“Vengo con la mazza da baseball e ti apro la testa in due”: in tv gli audio delle violente minacce a Bassetti

venerdì 13 Agosto 18:18 - di Lorenza Mariani
minacce a Bassetti

Per Matteo Bassetti ancora minacce e insulti. Non è la prima volta che succede che l’infettivologo del San Martino di Genova debba difendersi dal sanguinosi attacchi di no vax e leoni da tastiera. Ma stavolta che Morning News, il nuovo programma di informazione su Canale 5, ha fatto ascoltare dalla viva voce dei detrattori le intimidazioni, le calunnie e gli epiteti al vetriolo indirizzati all’esperto, ha reso plasticamente la portata dell’aggressività. Trasformando paura, indignazione e rabbia, in qualcosa di palpabile. E di realmente scioccante.

Ancora minacce e insulti contro Matteo Bassetti

Minacce da brividi, quelle indirizzate all’infettivologo e trasmesse dal programma Mediaset alla presenza del vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani che, ospite in collegamento con lo studio, ha immediatamente espresso piena solidarietà al medico, in prima linea dal primo minuto della pandemia. «Minacciare una persona e la sua famiglia – ha sottolineato l’esponente azzurro – è un atteggiamento mafioso e irresponsabile. Esprimo la mia solidarietà a Bassetti che va elogiato per il suo impegno a favore della campagna vaccinale».

Canale 5 manda in onda gli audio dello scempio

Ma invece, come già accaduto per esempio nello scorso mese di giugno, quando l’infettivologo nel mirino di odiatori e no vax, al centro di una ingiustificabile escalation di odio nei suoi confronti, è dovuto addirittura ricorrere a una scorta, la storia si ripete. Solo che, se finora Bassetti si è limitato a denunciare i fatti postando sulla sua pagina Fb alcuni screenshot degli insulti ricevuti, stavolta le… hanno una voce: letteralmente. E Morning News la manda in onda, trasmettendo l’audio delle telefonate ricevute dal reparto di Malattie Infettive del San Martino.

«Vengo a Genova con una mazza da baseball e ti apro la testa in due»

«Glielo dico francamente, qualche amico fidato ce lo abbiamo pure a Genova – si sente in una delle registrazioni andate in onda –. Magari potrebbe essere un passante tranquillo. Stia tranquillo, la ringrazio». Mentre qualcun altro, da Montecatini, con fare più minaccioso sentenzia: «Bassetti sei un gran figlio di putt***, ti vengo a prendere e ti sfondo. Il vaccino ve lo fate tu e quella t**ia di tua moglie». E ancora: «Vengo a Genova con una mazza da baseball e ti apro la testa in due brutto ba****do».

Una prepotenza verbale che si traduce in un orrendo atto di inciviltà

Una ferocia verbale e una furia intimidatoria inaudibili. Come quelle espresse con finta flemma da chi, telefonando, ha lasciato detto: «Professor Bassetti, visto che siamo impossibilitati a parlare con una personalità importante come lei, la chiamiamo dalla Sicilia. Le volevamo dire proprio in via amichevole di starsene tranquillo e pensare alla sua famiglia, a sua moglie»… Una prepotenza verbale che si traduce in un orrendo atto di inciviltà, che nessuna campagna pro o anti vaccinale può giustificare e ammettere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )