Stazione Termini, ancora violenza: immigrato colpisce un uomo con più coltellate al torace

lunedì 16 Agosto 9:24 - di Emanuele Valci
stazione termini

Continua la violenza cieca nella zona della Stazione Termini a Roma. Le ore notturne diventano un far west. Gli immigrati si rendono protagonisti negativi di aggressioni e risse. I delinquenti pensano di essere i padroni dell’area. Stavolta un bengalese ha colpito con più coltellate un romano ferendolo in modo molto grave. Un’ambulanza a soccorso l’uomo portandolo al Policlinico Umberto I. Versa in prognosi riservata.

L’accoltellamento nella zona della Stazione Termini

I poliziotti hanno arrestato lo straniero, che aveva ancora i vestiti sporchi di sangue. Sembra che i due abbiano litigato per futili motivi. La persona ferita ha qualche precedente penale. Secondo le prime indiscrezioni, l’immigrato è passato alle vie di fatto usando un piccolo coltello che aveva in tasca. Ha adoperato il coltellino in modo molto violento. Ha colpito l’altro uomo sotto la scapola e al torace. Per poco non ha trapassato il polmone, forse perchè la lama del coltello era corta.

La collaborazione dei testimoni

I poliziotti hanno subito ammanettato il bengalese che non ha voluto dire i motivi del gesto. Si tratterebbe di futili motivi amplificati, forse, dall’alcol bevuto da entrambi. Ora l’accoltellatore è in carcere. L’arresto è stato facilitato anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che si trovavano a quell’ora nell’area della Stazione Termini. Hanno chiamato in tempo reale il 112. In pochissimo tempo i poliziotti sono arrivati ​​sul posto.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica