Mps, centrodestra all’attacco: giù le mani del Pd dalla banca senese. Salvini: Padoan si dimetta

giovedì 5 Agosto 12:26 - di Elsa Corsini

“Resta pesante conflitto interessi Pd nella vicenda Unicredit-Monte dei Paschi di Siena“. Così Maurizio Gasparri. Che giudica insufficiente l’audizione del governo in Parlamento. “Non basta. Padoan è passato dalle elezioni al collegio di Siena alle dimissioni dalla Camera. Alla presidenza di Unicredit. Che interviene per rilevare Mps. Letta si candida a Siena”.

Mps, Gasparri: non basta un’audizione notturna

“Questa vicenda mostruosa e inquietante non può essere archiviata con un’audizione notturna di un ministro in Commissione“. Troppo comodo, dice il senatore azzurro. “Questo torbido intreccio incombe sulla trasparenza del sistema bancario. Economico e finanziario del nostro Paese. Non siamo stati convinti da parole rassicuranti. Che dicono che questa operazione s’ha da fare in questi termini. Non è così e non sarà così”.

Salvini: basta con le mani del Pd sul sistema bancario

Matteo Salvini non è meno duro.” Antitrust, Consob, autorità bancarie italiane ed europee, magistratura devono intervenire. Bisogna tutelare l’occupazione del Monte dei Paschi di Siena”. Per il leader della Lega al primo posto ci sono il territorio toscano, gli interessi dei risparmiatori di Mps e di Unicredit. “Bloccare le operazioni che vedono il Pd gestire ancora una volta il sistema bancario. È una vicenda scandalosa ed inquietante. Che non possiamo assolutamente archiviare e che deve essere al centro del dibattito”.

Il leader del Carroccio incalza: “Non accetteremo nessuna svendita. Per noi ogni posto di lavoro è sacro, sacro come ogni sportello della banca. Mps è un marchio storico che è nato nel 1472. E deve sopravvivere ai disastri del Pd”. Morale: non accetteremo che, con denaro pubblico, si facciano favori ai privati. “Mps deve diventare il terzo polo bancario, la banca delle piccole e medie imprese, la banca, non solo dei toscani, ma dei territori. Non permetteremo che con il denaro pubblico degli italiani si rimedi agli errori del Pd. Anzi ci aspettiamo le dimissioni del signor Padoan”. Padoan: da deputato dem a presidente Unicredit che vuole comprare la banca. Certe cose le fa solo il Pd, aggiunge Salvini. “Padoan  – ricorda ai distratti – è stato eletto parlamentare del Pd a Siena. Si è dimesso per diventare presidente di Unicredit che è la banca che adesso si vorrebbe comprare la banca dei senesi…”.

In mattinata Giorgia Meloni aveva denunciato con forza la commistione tra politica e sistema bancario. “Il Pd sta usando Mps per fare politica. Roba da Terzo mondo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica