Mps, Meloni: «Il Pd ha usato la banca per scopi politici. Roba da Terzo mondo, daremo battaglia» (video)

giovedì 5 Agosto 8:15 - di Eugenio Battisti
Ma perché questo nuovo intervento? Per le condizioni di fragilità che rendono “improcrastinabile” un’aggregazione di Mps con una banca più solida. Se la banca senese, sulla quali da sempre c’è la mano della sinistra, “restasse soggetto autonomo, sarebbe esposta a rischi e incertezze considerevoli. E avrebbe seri problemi”. Servirebbe un intervento “ben superiore” ai 2,5 miliardi di euro indicati dal piano stand alone dell’ad Guido Bastianini. Per “portarla su valori medi delle banche europee”. All’orizzonte la prospettiva drammatica di oltre 2500 esuberi.

FdI chiede più tempo per il salvataggio

Nei giorni scorsi FdI-Ecr ha presentato un’interrogazione al commissario Paolo Gentiloni per chiedere la proroga oltre il 31 dicembre dell’uscita dello Stato da Mps. Serve più tempo – dicono gli eurodeputati Fitto e Fidanza – per mettere in sicurezza il brand e i posti di lavoro.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica