“Minuti gloriosi, è l’anno dell’Italia”: la stampa straniera si inchina a Jacobs e a Tamberi

lunedì 2 Agosto 11:06 - di Federica Argento

L’incredibile doppio oro di Gianmarco Tamberi nel salto in alto e Marcell Jacobs sui 100 metri ha fatto subito il giro del mondo, monopolizzando le ‘home page’ dei principali siti di sport. I media stranieri si inchinano a un successo storico: “E’ decisamente l’anno dell’Italia” è il coro unanime. L’impresa a Tokyo 2020 di Marcell Jacobs, primo italiano a vincere un oro nei 100 metri alle Olimpiadi, ha avuto ampio risalto sulla stampa straniera. “Sensazionale Jacobs” titola il francese ‘L’Equipe’, sottolineando come il velocista ha “offerto all’Italia una serata indimenticabile”. E scritto dai cugini francesi sempre parchi di elogi per i successi altrui è tutto dire.

Così la stampa straniera esalta Tamberi e Jacobs

“Prima di domenica, in 125 anni di storia dei Giochi, nessun atleta italiano aveva mai vinto una medaglia olimpica nella corsa dei 100 metri. Lamont Marcell Jacobs è il primo ad aver conquistato il titolo di uomo più veloce del mondo”, titola il ‘New York Times‘. Un oro, quello nei 100 metri, “storico” secondo la ‘Cnn’ che parla di “una manciata di minuti gloriosi” per l’Italia, con la vittoria di Jacobs arrivata poco dopo l’oro di Gianmarco Tamberi nel salto in alto. Di “gara shock nei 100 metri” ha invece parlato la BBC, ricordando che l’azzurro ha vinto con lo stesso tempo di Usain Bolt nel 2016 a Rio e che solo nel 2018 ha abbandonato il salto in lungo”.

“E’ decisamente l’anno dell’Italia”

 Lo spagnolo Marca, ricordando il successo agli Europei di calcio, tira le somme: “E’ decisamente l’anno dell’Italia” dal punto di vista sportivo. “Il successore di Bolt è italiano’, scrive in taglio alto ‘As’. “Bella sprinter” è l’omaggio della tedesca ‘Bild’, mentre dal Brasile ‘Folha’ scherza sul doppio successo azzurro Tamberi-Jacobs e sui festeggiamenti dei due nel dopo gara: “L’uomo più veloce del mondo è italiano, non è potuto sfuggire solo alla medaglia d’oro nel salto”. Cosa penserà Gad Lerner di tutti questi peana?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *