Febbre olimpica: l’Italia a quota 39 con il bronzo del gigante Conyedo (lotta)

sabato 7 Agosto 15:05 - di Carlo Marini
Conyedo

Abraham Conyedo Ruano conquista il bronzo nel torneo di lotta libera, categoria 97 kg. L’azzurro ha affrontato e superato il turco Suleyma Karadeniz 6-2. Per l’Italia si tratta della 39esima medaglia: 10 ori, 10 argenti e 19 bronzi. La nazionale azzurra di Tokyo 2020 batte così un altro proprio record. Va a medaglia per 15 giorni consecutivi nella stessa Olimpiade.

Nato nel 1993 a Cuba, Abraham ha ottenuto la cittadinanza italiana per meriti sportivi nel dicembre 2019, un anno dopo l’esordio in azzurro. E oggi il campione di origine caraibica ha regalato all’Italia la medaglia numero 39, a Tokyo 2020. L’italo-cubano ha battuto 6-2 il turco Suleyman Karadeniz dopo una gara in rimonta. Conyedo era arrivato alla “finalina” grazie al successo nel ripescaggio contro il canadese Jonrad Steen. 

Conyedo ha conquistato la medaglia di bronzo superando prima il canadese Jordan Steen per 4-2, poi, con grande determinazione nella finale per il 3° posto, il turco Suleyman Karadenz 6-2 dopo essere stato in svantaggio (0-2) per la prima parte di gara.

«Il mio avversario, il turco Karadeniz – ha spiegato -, lo avevo già affrontato e per batterlo ho dovuto cambiare strategia e fare un lavoro molto intenso. Alla fine ha vinto chi lo desiderava di più».

Conyedo ha vinto nella lotta libera nei 97 kg

Il 27enne di Santa Clara si era affermato a 17 anni con la medaglia d’oro per Cuba, nella prima edizione dei Giochi Olimpici Giovanili di Singapore, nel 2010. A 22 anni aveva esordito nella categoria senior con l’argento ai campionati panamericani di Santiago del Cile del 2015.

Trasferitosi in Italia nel Club Atletico Faenza, è poi approdato nell’Esercito debuttando in azzurro nel 2018 con gli Europei di Kaspijksk e i mondiali di Budapest con il bronzo nella categoria 97 kg, unica medaglia italiana della disciplina.

La fede cristiana centrale nella vita del campione italo-cubano

Nel 2020 ha vinto una delle medaglie di bronzo, sempre nella stessa categoria, ai Campionati europei di wrestling 2020 svoltisi a Roma.

Conyedo è alto un metro e 84 per 97 chili: celibe, il suo hobby è la musica ed è molto religioso (“Una declinazione irrinunciabile della quotidianità”, è scritto nella scheda del Coni), come dimostra il segno della croce con cui accompagna le sue vittorie.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica