Travaglio raschia il fondo contro Draghi: «È un figlio di papà che non capisce un c…o»

lunedì 26 Luglio 14:03 - di Viola Longo
travaglio draghi

Nella foga di esaltare le virtù di Giuseppe Conte e denigrare le competenze di Mario Draghi, Marco Travaglio è incorso in uno scivolone particolarmente spiacevole e imbarazzante, portando a fondo con sé anche Roberto Speranza e Pier Luigi Bersani, padroni di casa alla festa di Articolo 1. È stato lì, infatti, che il direttore del Fatto quotidiano si è premurato di dire che Draghi è «un figlio di papà che non capisce un c…o», dimenticando o trovando irrilevante la circostanza che il premier è rimasto orfano giovanissimo, perdendo il padre quando aveva 15 anni e la madre quando ne aveva 19. Circostanza che deve essere sfuggita di memoria pure al pubblico che lo ha applaudito, scoppiando anche in una fragorosa risata, ma che non è passata inosservata al di fuori della kermesse bolognese.

Travaglio su Draghi: «Un figlio di papà che non capisce un c…o»

Parlando del perché «hanno buttato giù» Conte, Travaglio ha ammesso che i giallorossi «hanno fatto degli errori», ma ha sostenuto che «non li hanno mandati via per i loro errori, li hanno mandati via per i loro meriti». «E – ha proseguito il direttore del Fatto – hanno messo al loro posto l’esatta antitesi, che è un figlio di papà, un curriculum ambulante, uno che visto che ha fatto bene il banchiere europeo ci hanno raccontato che quindi è competente in materia di sanità, di giustizia, di vaccini eccetera». «Mentre, mi spiace dirlo non capisce un ca..o, né di giustizia, né di sociale, né di sanità», ha proseguito Travaglio, conquistandosi l’applauso della platea.

Speranza costretto a prendere le distanze, Travaglio sprezzante

Le parole del direttore del Fatto sono state stigmatizzate da destra e sinistra, da Matteo Renzi alla Lega, passando per il Pd. Lo stesso Speranza ha dovuto prendere le distanze. «L’uscita di Marco Travaglio sul Presidente del Consiglio Mario Draghi è infelice e non rappresenta certo il punto di vista di Articolo 1 che sostiene convintamente la sua azione di governo», ha detto Speranza, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano conto della vicenda che anche sui social è apparsa subito insostenibile, non solo per Travaglio, il quale però ha commentato la vicenda dicendo che «non me ne frega niente. Come diceva Arthur Bloch, non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza…».

Travaglio porta a fondo anche Speranza e Bersani

«Francamente, non avrei mai pensato che Bersani finisse la sua parabola politica diventando un fan di Travaglio», si legge sull’account Twitter molto seguito che porta il nome Jean-Jacques Roussò. «Oltre a Travaglio si dovrebbero vergognare Speranza, Bersani e accoliti vari», ha scritto Vanda. «I fragorosi applausi che la platea della festa di Articolo1 ha rivolto a Travaglio per i suoi attacchi a Draghi dimostrano quel che ho pensato e scritto da tempo: i reduci nostalgici del PCI ante Bolognina fanno parte, a tutti gli effetti, del peggio della politica italiana», ha sottolineato il profilo Pensiero pungente.

Un utente posta la foto di Ciro Grillo: «I “figli di papà” che gli piacciono»

E, ancora: «Alla Ditta è riuscito il più grande capolavoro di sempre, “grillizzare” la sinistra… siete dei falliti!», ha decretato un utente; «Non so chi faccia più schifo!», ha scritto Gio, prendendosela con il pubblico che ha applaudito; «Gara di insulti degenera in festa di partito di Articolo1», ha ironizzato Massimo, mentre la vicenda ha scatenato Carlo il quale ha postato una foto di Ciro Grillo commentando: «I “figli di papà” che piacciono a Marco Travaglio», per poi lanciare una stilettata anche dalle parti del Pd. «Buongiorno Signore e Signori, ho l’onore di presentarVi, un figlio di papà e anche nipote di zio», ha scritto ancora l’utente, postando una foto di Enrico Letta

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica