Tokyo, il canottiere Rosetti positivo al Covid. Era vaccinato. I suoi compagni conquistano il bronzo

mercoledì 28 Luglio 9:17 - di Redazione
Tokyo Rosetti

Il canottiere azzurro Bruno Rosetti è risultato positivo al Covid a un’ora dalla sua finale del 4 senza, che ha poi vinto il bronzo. Era stato vaccinato con doppia dose di vaccino Moderna. L’atleta azzurro è al momento asintomatico e isolato in un covid hotel.

Rosetti sostituito a un’ora dalla gara

Rosetti è stato quindi sostituito all’ultimo da Marco Di Costanzo, con gli azzurri riusciti comunque nell’impresa di salire sul podio nonostante l’equipaggio modificato. Una medaglia di bronzo, conquistata alle spalle di Australia e Romania, tutta dedicata al ravennate Rosetti. Che ha visto sfumare il sogno di una vita per colpa del virus.

“Mi spiace molto per la positività al Covid di Rosetti, non sappiamo cosa sia successo e dove lo abbia contratto. Bruno in questo momento sarà sotto un treno dal punto di vista morale, si era vaccinato e non capiamo come sia stato possibile”, ha commentato il presidente della Federcanottaggio, Giuseppe Abbagnale.

Sei atleti azzurri in quarantena

Sono sei intanto gli atleti azzurri di pugilato, tuffi e skateboard  in quarantena al villaggio di Tokyo 2020. Gli sportivi (ai quali si aggiungono sette dirigenti) sono in isolamento ma continuano ad allenarsi e la loro situazione non pregiudica la partecipazione alle gare.

Salgono a 160 totali i casi di Covid tra le persone accreditate alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato che su quasi 240.000 test di screening condotti sui partecipanti olimpici, tra il primo ed il 25 luglio, il tasso di positività è stato dello 0,02 per cento. Tutto questo mentre Tokyo registra un nuovo record di contagi.

A Tokyo impennata di casi: sono 2.848

La capitale giapponese registra 2.848 nuovi casi di Covid, superando il record di gennaio con l’inizio delle Olimpiadi. Sono le più alte mai registrate in città dall’inizio della pandemia, e hanno superato il precedente record del 7 gennaio. Il governo ha chiesto agli ospedali della capitale di preparare più letti, in vista di un aumento di ricoveri: è il settimo giorno consecutivo che i contagi superano quota mille.

Oltre al record di infezioni da Covid stabilito nella capitale Tokyo, le positività salgono anche in tutto il Giappone, con 7.629 casi, che rappresentano il massimo da inizio gennaio. Quando sono trascorsi 4 giorni dall’inizio delle Olimpiadi il virus registra un’espansione nelle prefetture adiacenti l’area metropolitana, Chiba, Kanagawa e Saitama, e teatro delle gare sportive.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *