Raffaella Carrà, il “Tuca Tuca” con Alberto Sordi un pezzo di televisione memorabile (video)

lunedì 5 Luglio 20:51 - di Angelica Orlandi
RAffaella Carrà Tuca Tuca Sordi

Il celebre “Tuca Tuca” ballato da Raffaella Carrà con Alberto Sordi resta una pietra miliare della storia della Tv.  “Tuca, Tuca, Tuca… L’ho inventato io/ Per poterti dire/ Mi piaci, mi piaci, mi piaci, mi piaci, mi pià…”. Fu nel 71 durante “Canzonissima“, il popolare programma del sabato sera della Rai in bianco e nero, che Raffaella Carrà scandalizzò e sedusse l’Italia. Con l’ombelico scoperto e  con la celebre canzone ammiccante e trasgressiva per le regole della tv pubblica dell’epoca. Al punto che per continuare a cantare e ballare il “Tuca tuca” fu necessario far intervenire il grande attore Alberto Sordi, che con la sua ironia sdrammatizzò quelle movenze sexy che avevano suscitato tanto clamore e fatto muovere la censura. Altri tempi.

Raffaella Carrà e quel “Tuca Tuca” con Alberto Sordi

La canzone “Tuca-tuca” fu scritta da Gianni Buoncompagni, il pigmalione di Raffaella, e da Franco Pisano. Il coreografo Don Lurio ideò un ballo a due che consisteva nel toccare prima ginocchia, poi fianchi, poi spalle, poi la fronte dell’altro. Raffaella lo eseguì per la prima volta con il ballerino Enzo Paolo Turchi. Il duetto con Sordi rivelò tutto il divertimento del grande attore alle prese con la show-girl giovanissima. Ne venne fuori un “pezzo” di televisione memorabile. La Carrà anticipatrice e geniale. E’ stata la prima ad indossare un abbigliamento che oggi è classificato come “proto-glam”. Il suo caschetto biondo ha cambiato il look di milioni di donne. Con il brano ‘Luca‘ per la prima volta ha parlato di omosessualità in modo diretto e leggero. Ha insegnato alle donne che avere il libero arbitrio in camera da letto non era scandaloso, con canzoni come ‘A far l’amore comincia tu’. Ha lanciato inni all’erotismo con brani come ‘Tanti Auguri’ (“ma girando questa terra io mi sono convinta che non c’è odio non c’è guerra quando a letto l’amore c’è… Com’è bello far l’amore da Trieste in giù…”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica