L’ex cardinale McCarrick a processo per pedofilia. È accusato di abusi sessuali su un 16enne

giovedì 29 Luglio 20:42 - di Penelope Corrado
McCarrick e il papa

L’ex cardinale americano Theodore McCarrick è stato incriminato per pedofilia in Massachusetts. È il più alto prelato e il primo cardinale negli Stati Uniti che finisce nei guai con la giustizia penale per un caso di abusi sessuali su un minore.

McCarrick è accusato di aver aggredito sessualmente un ragazzo di 16 anni. L’abuso sarebbe avvenuto nel 1974, durante un ricevimento nuziale nel Massachusetts.

Lo riferisce al Boston Globe, Mitchell Garabedian. L’avvocato che nel 2002 aiutò il quotidiano a scoperchiare lo scandalo della pedofilia nel clero cattolico in uno scoop da premio Pulitzer trasformato da Hollywood nel film da Oscar “Spotlight“.

Il cardinale McCarrick e lo scandalo riportato nel film Spotlight

McCarrick è stato uno dei prelati più in vista della Chiesa cattolica statunitense. Straordinario nella raccolta dei fondi. Amico di ben tre Papi e di molti presidenti degli Stati Uniti. Nel 2019, il prete, ora 91enne, è stato ridotto allo stato laicale per abusi omosessuali su adulti e minori al termine di un processo canonico. Ora dovrà rispondere di assalto indecente e percosse.

La versione del Vaticano

All’ex cardinale, che ha 91 anni e vive in un monastero nelle campagne del Missouri, è stato ordinato di rispondere personalmente in tribunale il prossimo 26 agosto. Sono anni, da quando due decenni fa era scoppiato lo scandalo della pedofilia nel clero, che accuse di abusi su minori e giovani seminaristi circolavano nei confronti di McCarrick, e tuttavia l’anno scorso un voluminoso dossier di 450 pagine redatto dalla Segreteria di Stato per volontà di papa Francesco aveva stabilito che nelle sue varie promozioni, prima da parte di Paolo VI a vescovo ausiliare di New York (1977), poi di Giovanni Paolo II a vescovo di Metuchen (1981), arcivescovo metropolita di Newark (1986), quindi arcivescovo metropolita di Washington nel 2000 l’anno prima della “promozione” a cardinale, la Santa Sede non era stata al corrente degli abusi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica