La Gran Bretagna introduce il latino nelle scuole, da noi invece pensiamo troppo ai corsi di inglese

sabato 31 Luglio 11:44 - di Redazione
latino

A migliaia di studenti delle scuole pubbliche britanniche verrà offerto anche l’insegnamento del latino. E’ quanto ha deciso il ministero dell’Istruzione, per rendere la lingua meno “elitaria”. Il nuovo programma di studi, ha spiegato il ministro Gavin Williamson, garantirà quindi che l’insegnamento del latino non sia riservato solo a “pochi privilegiati”. Attualmente, il latino è insegnato in appena il 2,7 per cento delle scuole secondarie pubbliche, rispetto al 9 per cento di quelle private.

L’iniziativa del ministero dell’Istruzione inglese

Per sostenere l’iniziativa, denominata ‘Latin Excellence Programme‘, il ministero ha stanziato un fondo di 4 milioni di sterline. Il primo programma pilota, che avrà una durata di 4 anni, sarà lanciato in 40 scuole inglesi, secondo quanto riporta il Daily Telegraph. Gli insegnanti delle scuole inserite nel programma riceveranno il necessario training per l’insegmaneto della lingua di Cicerone e Virgilio agli studenti di età compresa tra gli 11 e i 16 anni.

Un vero paradosso, se si pensa che in Italia gli studenti delle medie ricevono l’insegnamento obbligatorio dell’inglese mentre quello del latino è stato abolito nel 1978.

Il latino può portare benefici ai giovani

Secondo Williamson, il latino “può portare benefici a molti giovani” e “non dovrebbero esserci differenze in ciò che gli studenti apprendono nelle scuole pubbliche e in quelle private”. Secondo gli esperti del ministero, lo studio del latino potrà aiutare gli studenti britannici nell’apprendimento delle lingue straniere e migliorare quello di materie come inglese e matematica.

In Italia crescono gli estimatori della lingua latina ma nelle scuole si studia poco

Il latino è tutt’altro che una lingua morta per il governo inglese, dunque. E in Italia? Sono in crescita i fautori del rientro del latino nel programma di studi riservato alle scuole medie. Ma senza che siano mai stati adottati provvedimenti concreti in questa direzione. Non mancano però docenti ed esperti che nello studio della lingua antica vedono un grande supporto alle abilità necessarie all’apprendimento, poiché sostiene la formazione di uno stile di pensiero basato sull’ordine e la posizione precisa dei vocaboli nella frase, e favorisce la logica, poiché è attraverso questa che si ricostruisce la relazione tra le parole.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica