Napoli, la camorra entra in campagna elettorale: altro giro, altro morto a Piscinola (video)

giovedì 24 Giugno 13:27 - di Lucio Meo

Dopo l’agguato della settimana scorsa, che aveva coinvolto due passanti nei Quartieri Spagnoli, a pochi metri dalla pizzeria dove si festeggiava la candidatura di Manfredi con Conte e Di Maio, oggi un altro omicidio in strada a Napoli. E’ la camorra che consuma le sue faide alla faccia dello Stato e nel silenzio dei candidati alla carica di sindaco di Napoli. Un uomo di 30 anni, Antonio Avolio, già noto alle forze dell’ordine, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in via Teano, nel quartiere Piscinola, zona nord del capoluogo partenopeo. Presenti sul posto i Carabinieri, che hanno avviato le indagini. La dinamica dell’accaduto è in corso di accertamento. Il 30enne è stato raggiunto da due colpi di arma da fuoco mentre era in sella a un motorino. L’agguato è avvenuto all’incrocio con via Comunale Piscinola, Uno dei due colpi lo ha raggiunto alla zona cervicale.

Nel 2016 Avolio era stato arrestato per estorsione e nel 2020 è stato scarcerato dal penitenziario di Tolmezzo (Udine). Sull’accaduto sono in corso indagini dei Carabinieri della compagnia Stella e del Nucleo investigativo di Napoli.

Il video su Fb di Videoinformazioni

L’agguato nei Quartieri Spagnoli

La settimana scorsa due persone erano rimaste ferite a colpi di pistola nella zona dei Quartieri Spagnoli, nel centro di Napoli, spari sarebbero partiti da uno scooter in corsa con in sella due giovani. Uno dei feriti è stato colpito in vico Lungo San Matteo, l’altro invece nelle vicinanze; entrambi, due operai che erano in zona per lavoro, erano stati trasportati all’ospedale dei Pellegrini.

Uno, arrivato con mezzi propri, il 62enne Vittorio Vaccaro, è stato ferito a un braccio. L’altro, Enrico De Maio, 56 anni, anche lui operaio, è stato centrato da una pallottola al torace.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *