Identificato l’aggressore di Macron: prima dello schiaffo ha gridato uno slogan monarchico (video)

martedì 8 Giugno 20:40 - di Laura Ferrari
schiaffo macron

L’autore dello schiaffo assestato al presidente francese Emmanuel Macron è un militante monarchico vicino ai gilet gialli.  Lo riporta France 24 citando funzionari locali.  «L’uomo che ha cercato di schiaffeggiare il presidente e un altro individuo sono attualmente interrogati dalla gendarmeria», ha affermato la prefettura regionale in una nota. I due sono stati identificati in Damien T., presunto autore dell’aggressione del presidente francese, e Arthur C. che lo stava accompagnando.

Nel video dell’aggressione si sente distintamente, il grido: “Montjoie, Saint Denis, abbasso il macronismo”, che appare pronunciato dallo schiaffeggiatore. Lo slogan “Montjoie, Saint Denis” è poco noto al grande pubblico, ma si tratta di un grido di guerra della dinastia dei Capetingi nel XII secolo. Era «una formula usata dal re di Francia per darsi coraggio prima del combattimento con le truppe», ha spiegato a Le Parisien il deputato di France Insoumise Alexis Corbiere, che è anche professore di storia.

«È rimasto uno slogan dei monarchici» e di movimenti nazionalisti di estrema destra come l’Action francaise. Un altro deputato di France Insoumise, Eric Coquerel, ha raccontato su Twitter di essere stato aggredito nel 2018 da militanti dell’Action Francaise che hanno pronunciato lo stesso slogan e gli hanno lanciato in faccia una torta piena di crema da barba.

Lo schiaffo a Macron ha lasciato la Francia sotto choc

I due fermati non hanno precedenti penali e sono originari della zona. I fatti avvengono martedì 8 giugno, intorno alle 13,30, a Tain-l’Hermitage (Drôme). Il Presidente della Repubblica ha appena visitato una scuola alberghiera, in occasione della riapertura delle mense, mercoledì 9 giugno. Visita le cucine, incontra gli apprendisti, elogia le potenzialità del settore in termini occupazionali. Poi, in maniche di camicia, va alla sua macchina. Il convoglio è atteso a Valence per un pranzo in un ristorante della città, il Little Clerk.
A questo punto, il Capo dello Stato si attarda a stringere qualche mano. Nel video dell’aggressione, si vede uomo con una maglietta color cachi, barba nera e capelli lunghi, che afferrato il braccio sinistro di Macron. È in questo momento che si sente la frase monarchica, prima di schiaffeggiarlo. Il servizio di sicurezza presidenziale è poi intervenuto molto rapidamente per proteggere Emmanuel Macron e ha sopraffatto l’aggressore.

E pensare che l’inquilino dell’Eliseo aveva appena inaugurato il suo tour per la Francia. Una decisione motivata con la necessità di tastare “il polso del Paese”. Più che il polso, ha ironizzato qualche giornalista francese, ha conosciuto il palmo della mano del Paese.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica