Meloni: “Lo Stato è diventato un’entità estranea che entra pesantemente nella vita dei cittadini”

sabato 22 Maggio 15:53 - di Gabriele Alberti
Meloni Stato

L’intervista di Giorgia Meloni rilasciata a Milano Finanza contiene un’analisi molto severa sull’invadenza dello Stato nella vita degli italiani che negli ultimi tempi si è fatta sempre più capillare. La leader di FdI inizia con una citazione. “I romani dicevano: ‘Societas sunt Homines qui ibi sunt’ : ovvero la società, lo Stato, siamo noi. E così dovrebbe essere. Invece lo Stato è diventato un’entità estranea ai cittadini, nella migliore delle ipotesi”, è il ragionamento della Meloni.

Meloni: “Agli italiani serve uno Stato che spieghi”

Giorgia Meloni chiarisce questa affermazione spiegando  come ormai da tempo assistiamo a un’invasione di campo sempre più capillare : “Io non voglio – chiarisce-  uno Stato che stabilisca quando posso uscire di casa; o quali attività possono rimanere aperte e quali no. Agli italiani serve uno Stato che spieghi quali sono i rischi, che dia protocolli chiari e validi per tutti”. La leader di FdI posta su Fb il “succo” del suo discorso rilasciato sulla testata economica. E ha  osservato come “ci troviamo in una fase storica in cui lo Stato entra pesantemente nella vita degli italiani“.

Meloni: “Lo Stato vessa famiglie e imprese. Franco corregga le distorsioni”

Ha perfettamente ragione. Lo constatiamo nella vita di ogni giorno. Lo Stato “entra nei conti correnti, impone l’utilizzo della moneta elettronica per monitorare le spese”. Non solo: “Mette sotto assedio le imprese con una burocrazia che rende loro la vita impossibile”. Di contro, stigmatizza, “permette a entità finanziarie estere di banchettare indisturbate sulle infrastrutture strategiche; drenando risorse dall’economia reale, vessa famiglie e imprese riducendone sempre di più la libertà”. Una critica a tutto tondo che non è la prima volta che lancia da Milano Finanza. “Se si continua a massacrare il nostro tessuto produttivo per favorire le multinazionali e i grandi agglomerati finanziari rischiamo che il Recovery diventi un investimento oneroso e sconveniente”. Secondo la leader di Fdi “in nome dell’Europa e delle logiche del mercato unico vengono acquisiti asset strategici italiani; e noi perdiamo la capacità di influenzarne le politiche di sviluppo che impattano direttamente sulla nostra economia e sul nostro paese”. Di qui un augurio: “Mi aspetto che il ministro dell’Economia Franco intervenga assieme a Cdp per correggere questa evidente distorsione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *