Le Iene non mollano il grillino Sileri: “Aperta un’indagine sul sottosegretario alla Salute”

sabato 15 Maggio 17:37 - di Guido Liberati
iene sileri (1)

«Importanti novità sul caso Sileri. Dopo il nostro servizio, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato ci ha risposto: abbiamo riaperto l’indagine amministrativa sul sottosegretario Sileri». Lo annuncia su Facebook Filippo Roma, della trasmissione Mediaset Le Iene, che la scorsa settimana ha mandato in onda un servizio sul sottosegretario alla Salute. L’esponente grillino è sotto accusa per una serie di comportamenti non molto trasparenti.

«Ci chiedevamo se Sileri avesse o no violato la legge che impedisce a un medico dipendente di un ospedale pubblico di svolgere prestazioni professionali in una clinica privata convenzionata con il sistema sanitario nazionale».

Le Iene su Sileri e la collaborazione con una clinica romana

«Ci risultava infatti – ricostruisce Roma – che tra il marzo del 2018 e il gennaio del 2019, Pierpaolo Sileri, dipendente del Policlinico romano di Tor Vergata e appena eletto senatore, avesse svolto operazioni a Nuova Villa Claudia. Una clinica convenzionata con la Regione Lazio. Il caso era stato sollevato inizialmente dallo stesso assessore alla Sanità D’Amato e poi ripreso dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia Antonello Aurigemma. Quest’ultimo aveva rivolto un’interrogazione proprio a D’Amato. A questa era seguita una risposta che aveva lasciato tutti sorpresi. Nonostante le dettagliate informazioni raccolte dalla Asl Roma 1, in pratica l’assessore escludeva l’incompatibilità di Sileri in virtù di una convenzione di natura didattica tra la clinica Villa Claudia e la scuola di specializzazione del Policlinico di Tor Vergata».

In un audio la segretaria di Sileri chiede 200 euro a visita

«Lo stesso Sileri – spiega la nota delle Iene – da noi intervistato, dava la stessa versione dei fatti. Ci diceva di aver svolto in quella clinica 54 procedure riassumibili in attività di insegnamento, tutoraggio e quant’altro. Ma, indagando un po’ più a fondo – prosegue Roma nel post su Facebook – abbiamo scoperto che forse le cose non stanno proprio come ci racconta il sottosegretario. Abbiamo pubblicato un audio esclusivo andato in onda su una radio romana. Uno spot in cui Sileri pubblicizza le proprie prestazioni professionali a Villa Claudia. E un altro audio esclusivo di una segretaria di Villa Claudia che illustrava il tariffario delle visite di Sileri: “Duecento la prima visita, centocinquanta la visita di controllo».

L’interrogazione di FdI che ha riaperto il caso

«E dopo il servizio di martedì scorso, qualcosa a quanto pare si è mosso. Il consigliere regionale Aurigemma ha presentato sulle novità emerse una nuova interrogazione urgente indirizzata al presidente Nicola Zingaretti e all’assessore Alessio D’Amato, che dovrà rispondere in Consiglio Regionale il 20 maggio a questa semplice domanda: “Previo approfondimento della vicenda, che tipo di provvedimenti intenda adottare, nel caso sia accertata l’incompatibilità del professor Sileri, anche con riguardo al danno erariale prodotto dall’eventuale violazione delle norme in materia”. Noi, in attesa della sua risposta in Consiglio, ci siamo portati un po’ avanti con il lavoro e l’assessore lo abbiamo contattato direttamente. Lui ci ha risposto così: ‘Abbiamo riaperto indagine amministrativa alla luce delle novità emerse. Attendiamo puntuali risultati’. E noi, con molta curiosità – chiosa Roma – attendiamo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *