Fine dell’incubo in Gb: a breve niente distanziamento sociale. Liberi i vaccinati anche in Germania

lunedì 3 Maggio 17:46 - di Monica Pucci

Resta ancora l’obbligo di distanziamento sociale, ma in Germania i cittadini tedeschi vaccinati contro il coronavirus, o coloro che sono guariti dal covid, avranno libertà di movimento e non saranno tenuti a rispettare le norme di distanziamento ancora in vigore. E’ quanto hanno sancito i partiti di governo, Cdu e Spd, in un accordo dei gruppi che sarà approvato in Parlamento nei prossimi giorni. Le nuove norme dovrebbero entrare in vigore già sabato. Per l’8% dei tedeschi vaccinati o i tre milioni che sono stati ammalati e sono guariti non sarà per esempio richiesta la quarantena dopo il loro ritorno dall’estero, potranno non rispettare il coprifuoco o andare dal parrucchiere o in altri negozi non essenziali senza dover effettuare un test rapido.

In calo i morti e i contagiati in Germania

In Germania sono stati registrati 9.160 nuovi casi e 84 morti legati al Covid-19 nelle ultime 24 ore. Secondo l’Istituto Robert Koch, che monitora l’andamento della pandemia nel Paese, i nuovi dati portano il numero complessivo dei contagi ad oltre 3,4 milioni ed i morti a 83.276.

Intanto Gerald Gass, presidente della Società tedesca degli ospedali (Dkg), in un’intervista alla ‘Bild’ ha affermato che i numeri stabili delle infezioni alimentano la speranza di un allentamento della pressione sulle unità di terapia intensiva. “La maggior parte degli ospedali in Germania sta registrando un primo, lieve miglioramento”, ha detto Gass, secondo cui i numeri delle ultime due settimane “ci danno fiducia” sul fatto che non ci sarà “un aumento esponenziale dei pazienti che necessitano di cure intensive”. Secondo la ‘Bild’, sono 5.019 i pazienti con il Covid-19 attualmente ricoverati in terapia intensiva in Germania.

Salta sicuramente, anche per quest’anno, l’Oktoberfest.

In Gran Bretagna a breve niente distanziamento sociale

Buone notizie in linea con quelle in arrivo dal Regno Unito, dove il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto che ci sono “buone possibilità” di poter eliminare per il 21 giugno l’obbligo di mantenere la distanza di almeno un metro per prevenire i contagi da Covid. In Gran Bretagna sono state somministrate 50 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus. A darne l’annuncio su Twitter è stato il ministro della Salute britannico Matt Hancock parlando di ”risultato enorme”. Hancock ha quindi voluto ringraziare ”tutti coloro che hanno svolto la loro parte per questo impegno nazionale” e invitato chi non l’abbia già fatto a vaccinarsi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *