Reddito di cittadinanza pure al giovane usuraio del paese: solo in Sicilia scoperti 270 furbetti del rdc in tre mesi

venerdì 23 Aprile 13:08 - di Davide Ventola
reddito di cittadinanza

Ci mancava solo l’usuraio con il reddito di cittadinanza. A scoprirlo i carabinieri di Misilmeri (Palermo), che hanno arrestato un 38enne. L’uomo aveva elargito prestiti a oltre trenta persone. Aveva applicato, inoltre, tassi d’interessi dal 20% al 100%, approfittando delle precarie condizioni economiche in cui versavano le vittime, aggravate dall’attuale situazione pandemica. Nel corso delle indagini è emerso che percepiva pure il sussidio.

Coi soldi del sussidio prestiti a strozzo

Nei primi tre mesi del 2021, in Sicilia sono state complessivamente individuate e denunciate 269 persone che hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. Si tratta di persone che avrebbero approfittato del beneficio dichiarando il falso, omettendo elementi attestanti il proprio patrimonio nella domanda presentata all’Inps o che avrebbero ricevuto il sussidio pur svolgendo attivita’ illecite o addirittura lavoro in nero. Gli indebiti introiti sono emersi nell’ambito di indagini effettuate dai reparti investigativi dei Comandi provinciali dei carabinieri, in collaborazione con reparti specializzati dell’Arma e dei Nuclei Carabinieri Ispettorato del Lavoro.

I militari hanno scoperto anche un episodio significativo a Lercara Friddi (Palermo), nello scorso mese di marzo. I carabinieri hanno infatti denunciato 30 persone di età compresa tra i 20 e gli 80 anni:. Hanno accertato che le persone coinvolte, 22 donne e 8 uomini, per lo più incensurati, per eludere i controlli da parte dell’Inps, avevano reso dichiarazioni mendaci o incomplete nella dichiarazione sostitutiva unica. Avevano insomma omesso dati obbligatori. In questo modo, hanno percepito indebitamente il sussidio o percependolo in misura superiore al dovuto.

In Emilia una multinazionale del reddito di cittadinanza

Una piaga che non risparmia nessuna zona d’Italia. Beneficiavano del reddito di cittadinanza senza avere i requisiti percependo indebitamente somme per almeno 40 mila euro. Con questa accusa 8 persone sono state denunciate. A scoprirlo i carabinieri della Tenenza di Scandiano a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura di Reggio Emilia.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )