Covid, 16.974 contagi e altri 380 morti. A Bari una 13enne dimessa “respira” con l’aiuto del pc

giovedì 15 Aprile 19:32 - di Fortunata Cerri
Covid

Sono 16.974 i contagi da Covid. Da ieri, regione per regione, registrati altri 380 morti che, in base al sito del ministero della Salute, portano il totale delle vittime a 115.937 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia di Covid-19. Nelle ultime 24 ore eseguiti 319.633 tamponi, l’indice di positività è al 5,3%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 3.417 (-73 da ieri), con 211 nuovi ingressi. Le due regioni con il più alto numero di positivi sono la Lombardia e la Campania.

Covid, in Lombardia 2.722 casi

In Lombardia sono risultate positive al Covid 19 nelle ultime 24 ore 2.722 persone, che rappresentano il 5,2% dei 52.293 tamponi processati.

Continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-42), per un totale di 739 posti letto occupati, e nei reparti (-202), dove al momento ci sono 5.387 pazienti Covid. Boom dei guariti e dei dimessi, che sono stati 4.803 da ieri.

Nel Lazio 133o nuovi contagi

Sono 1.330 i nuovi contagi da coronavirus nel Lazio. Registrati inoltre altri 46 morti. «Su oltre 16mila tamponi nel Lazio (-1.958) e oltre 17mila antigenici per un totale di oltre 33mila test, si registrano 1.330 casi positivi (+100), 46 decessi (-3) e +1.885 guariti», riferisce l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

Covid, in Campania altri 40 decessi

In Campania sono 2.224 i contagi. Registrati altri 40 decessi, 23 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 17 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. A Napoli città registrati 451 casi di coronavirus su un totale di 3.411 tamponi molecolari eseguiti e analizzati. Il totale dei decessi in Campania da inizio pandemia sale a 5.891. Sono 2.168 i nuovi guariti, il totale dei guariti è 267.074. In Campania sono 136 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.557 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

Puglia, impennata di nuovi casi

In Puglia sono 1.867 i nuovi contagi. Registrati inoltre altri 39 morti. Non accenna ad arrestarsi la crescita dei nuovi casi positivi al Covid 19 nella Regione: oggi sono di nuovo in forte ascesa nonostante un lieve calo dei test. Anche il numero dei morti rimane alto. In tutto in Puglia sono morte per Covid 5.360 persone.

A Bari riabilitazione polmonare attraverso il computer

E proprio in Puglia a Bari la riabilitazione post Covid arriva direttamente a casa attraverso lo schermo di un computer. Sono state tre le sedute di fisioterapia respiratoria in telemedicina organizzate dall’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari per una giovane paziente di 13 anni. La ragazza, ricoverata il 10 marzo e dimessa il 9 aprile, aveva contratto il Covid in forma grave ed era rimasta in ospedale per quasi un mese sia nel reparto di Malattie infettive sia in quello di Rianimazione. Anche il papà della 13enne, contagiato dal Sars-cov-2, era stato ricoverato in Rianimazione al Policlinico di Bari.

La tredicenne continua la riabilitazione a casa

Dopo un mese di degenza con seri problemi polmonari, la paziente si è negativizzata ed è stata dimessa. Con la necessità, però, di continuare le cure per effettuare la riabilitazione respiratoria. Vista l’impossibilità della giovane di muoversi da casa, l’ospedale pediatrico ha deciso di organizzare la riabilitazione a distanza. La fisioterapista in servizio al Giovanni XXIII, Giovanna Lupis, si è messa a disposizione per svolgere le sedute in telemedicina attraverso uno schermo e una connessione internet. Da remoto la dottoressa ha spiegato il tipo di esercizi da fare per l’ossigenazione e per la ripresa delle funzioni respiratorie. A fruire della fisioterapia a distanza sono stati sia la 13enne sia il padre della ragazza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica