Ciro Grillo, è giallo sul profilo Instagram riaperto con il video del padre: pioggia di insulti

mercoledì 21 Aprile 14:19 - di Davide Ventola
ciro grillo

L’assassino torna sempre sul luogo del delitto, ma in epoca Social l’indagato torna sempre su Instagram. Come nel caso di Ciro Grillo, l’esuberante figlio di Beppe, che tiene banco ormai da giorni sui quotidiani e su tg. La vicenda del presunto stupro su una studentessa milanese nella villà in Sardegna di papà presenta continui colpi di scena. Sarà sua la scelta di riaprire il tutto con vecchi post o è opera di qualche perfido buontempone?

Al momento, sulla veridicità del profilo c’è un giallo. La foto del profilo è infatti la stessa utilizzata da tutti i giornali in questi mesi e accompagna almeno un altro paio di profili Instagram, tra cui Ciro Grillo 29. Tutto lascia infatti intendere che si tratti di un profilo fake.

L’account Ciruzzohill che riapre il suo profilo Instagram solo per postare quel capolavoro girato dal padre pare davvero inverosimile. Non avrebbe senso, infatti, tirare fuori filmato nel quale il comico genovese tira fuori i più beceri discorsi sessisti e maschilisti, che hanno fatto accapponare la pelle anche a tante esponenti dello stesso Movimento 5 Stelle.

Il Trota rispetto a Ciro Grillo era Machiavelli

Tuttavia, che il giovanotto non brilli di particolare arguzia si evince dai vecchi post (che sono comunque i suoi). Ricordate quando prendevano in giro il figlio di Umberto Bossi, per la laurea in Albania? Leggendo i post, al confronto con Ciruzzo, il Trota era Machiavelli.

Si è ritrovato quindi sommerso da una montagna di insulti.  «Vergognati», «imbarazzante», «un’altra gran pagliacciata». Tutti stanno con la 19enne studentessa milanese, che i giornali paragrillini avevano etichettato inizialmente come “modella” (come a far intendere che fosse una ragazza in cerca di fama).  «Povera ragazza», «ma vi pare che una giovane stuprata vada subito a denunciare dopo un trauma del genere? Vergognatevi».

Gogna mediatica per il figlio del fondatore M5s

La coppia presa di mira ovviamente è quella di papà Beppe e di Ciruzzo. «Un buon padre avrebbe solo taciuto». E lo stesso Ciro ne esce davvero male, in questa imbarazzante gogna mediatica. «Perché non ci mostri la tua versione dei fatti?». Non mancano quelli che se la prendono «con il tuo stile di vita» e altri che, neanche troppo velatamente, lo minacciano: «Se ti trovano per strada chissà che ti fanno».

Inevitabilmente, tra le foto, spuntano immagini che riviste oggi, destano parecchio imbarazzo. Come una foto dove compare Ciro Grillo assieme a un amico. Hanno entrambi l’aria assorta e sotto la foto campeggia la scritta: “Pensando alla fi…”. Non può mancare la risposta di un follower buontempone, che commenta icastico: “Forse dovevi pensarci meno…”

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *