Allarme terrorismo in Italia. Gli Usa agli americani: “Lì non c’è solo il pericolo Covid: non andate”

giovedì 22 Aprile 11:32 - di Monica Pucci

L’allarme è inquietante e non si comprende bene a che titolo e su quali informazioni venga lanciato. “Non viaggiate in Italia a causa del Covid 19 ed esercitate una cautela accresciuta a causa del terrorismo”. E’ quanto si legge nel ‘travel advisory’ con data di ieri pubblicato sul sito dell’ambasciata americana a Roma, che pone a 4 il livello di allerta per il nostro Paese. Non solo pandemia, dunque: c’è un allarme su possibile attentato in preparazione? Il ministro Di Maio non potrebbe chiedere lumi ai suoi grandi “amici” americani?

L’allarme terrorismo in Italia degli Usa

Nell’advisory si legge che “i Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc) hanno emesso un nota sanitaria di livello 4 per l’Italia a causa del Covid 19, indicando un livello molto alto di coronavirus nel Paese” e ricordando che “sono in vigore restrizioni che riguardano l’ingresso dei cittadini americani in Italia”.

Quanto alla cautela sul terrorismo, l’ambasciata ricorda che “in Italia esiste un rischio di lunga data rappresentato dai gruppi terroristici, che continuano a pianificare possibili attacchi. I terroristi potrebbero attaccare con poco o nessun preavviso, colpendo le località turistiche, gli hub dei trasporti, i mercati e i centri commerciali, le sedi dei governi locali, hotel, club, ristoranti, luoghi di preghiera, parchi, eventi culturali e sportivi, istituzioni educative, aeroporti e altre aree pubbliche”.

L’arresto del complice dello stragista di Nizza

Dopo quasi cinque anni è finita la fuga di un complice dell’autore della strage di Nizza. Si nascondeva in Italia. L’attentato terroristico di Nizza fu commesso il 14 luglio 2016. Costò la vita a 86 persone, di cui sei italiane. L’uomo è stato localizzato a Sparanise, in provincia di Caserta. Si tratta di Endri Elezi, 28enne cittadino albanese.

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, si è complimentata con il Capo della Polizia, Direttore generale della Pubblica Sicurezza, Lamberto Giannini, per l’operazione di ieri sera. “L’arresto di Elezi, colpito da mandato di cattura europeo emesso dalle autorità francesi, conferma le elevate capacità degli investigatori antiterrorismo della Polizia di Stato e l’efficacia della collaborazione internazionale”, ha aggiunto la titolare del Viminale, ringraziando “ancora una volta tutte le donne e gli uomini delle forze dell’ordine che, con la loro professionalità ed impegno quotidiano, garantiscono una attenta attività di prevenzione contro la minaccia terroristica e l’aggressione criminale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )