Nigeria, l’arcivescovo della capitale: “Basta violenza sui cristiani. Non pagheremo i riscatti”

sabato 30 Gennaio 9:43 - di Alessandra Danieli

La comunità cristiana in Nigeria è vittima di un crescendo di violenze e rapimenti. Una situazione sempre più grave.  “Un morbo che si sta diffondendo. Senza che venga fatto alcuno sforzo significativo per arginarlo”. Così in un’intervista, monsignore Ignatius Ayau Kaigama, Arcivescovo della stessa Abuja, capitale della Nigeria.

Nigeria, l’arcivescovo Kaigama: basta violenza

Il prelato chiarisce che non solo i leader religiosi ma molti nigeriani stanno subendo la stessa sorte. I termini “terroristi”, “banditi”, “uomini armati” – spiega ancora –  sono stati usati genericamente per i criminali. Ma la loro identità non è nota. Rammaricato per le migliaia di persone uccise,  Kaigama punta l’indice sulla polizia. Che non sono i in grado di identificare questi soggetti.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica