Anche Feltri e Red Ronnie contro il film di Netflix: “Giù le mani da Muccioli. Ha salvato tante vite”

lunedì 4 Gennaio 14:24 - di Davide Ventola
Feltri difende Muccioli

“Mi sembra che l’opera che Muccioli ha fatto con San Patrignano sia fuori discussione. Quindi, giù le mani da Vincenzo Muccioli!” Così Vittorio Feltri interviene – in un’intervista all’Adnkronos – nel dibattito riapertosi intorno alla comunità terapeutica per tossicodipendenti di San Patrignano.

L’uscita su Netflix della docuserie “Sanpa, luci e tenebre di San Patrignano”, ne ripercorre tutta la storia. Compresi i processi che videro imputati Muccioli e alcuni suoi collaboratori, prima per i suoi metodi terapeutici e poi per un omicidio commesso da un caporeparto della comunità. Un documentario che il Secolo ha già visto e commentato in modo molto critico. 

Feltri difende Muccioli e San Patrignano

“Che siano successi, in tutti gli anni di vita di San Patrignano, alcuni fatti isolati esecrabili, non toglie nulla ai risultati ottenuti da Muccioli. E al gran numero di ragazzi che ha salvato, insieme alle loro famiglie. Creare un’organizzazione simile, con tanti tossicodipendenti recuperati e reinseriti in una situazione che è diventata anche una importante realtà produttiva oltre che terapeutica, è un merito di Muccioli, che non si può non riconoscere. Per carità, esistono anche altre comunità terapeutiche che hanno fatto molto bene ma non una realtà della dimensione, anche economica, di San Patrignano. La sua opera è sotto gli occhi di tutti”, conclude Feltri (nella foto).

Red Ronnie: “Da Netflix operazione scandalosa”

”L’operazione che sta facendo Netflix” con la docu-serie ‘SanPa: Luci e Tenebre di San Patrignano’ ‘‘è uno scandalo. Chi ha fatto questa serie che ha intitolato ‘Luci e Tenebre di San Patrignano’ doveva chiamarla ‘Ombre su San Patrignano’ perché demonizza una persona che ha salvato migliaia di vite”. Così Red Ronnie. ”Il protagonista di questa serie è diventato questo Delogu, una persona che è stata condannata per aver ricattato Muccioli -sottolinea Ronnie– quindi condannato per aver estorto a Muccioli 150 milioni. La storia si basa su una serie di catene, un suicidio e un omicidio ed è tutta tesa alla negatività. Netflix sta facendo un sacco di soldi con questa serie perché ha un sacco di visualizzazioni -incalza Red Ronnie- però quello che sta facendo è un’operazione sbagliata”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica