Gf Vip, gli strafalcioni di Selvaggia Roma sono già un cult: errori grammaticali e frasi sconnesse

lunedì 23 Novembre 11:58 - di Fabio Marinangeli
Gf Vip

Al centro delle polemiche del Gf Vip c’è ancora lei, Selvaggia Roma. Non sono passati inosservati i suoi strafalcioni grammaticali nel corso del confronto chiarificatore con Elisabetta Gregoraci. Il congiuntivo lo usa a vanvera, spesso mette il “se” con il condizionale, il classico errore da “tre in pagella”. E i social non perdonano, hanno riportato tutte le frasi dette dalla influencer trasformandole in un tormentone.

Gf Vip, il tormentone sui social

Molti ripetono a oltranza quel «che tu hai voglia di baciarlo», detto così, alla rinfusa, proprio da Selvaggia. Proprio come il «Fino a che c’era da sapere», di cui in tanti si chiedono il significato. Per non parlare poi del «ci hai qualcuno fuori?», chesto a bruciapelo a Elisabetta nel tentativo di farla cadere in una trappola. Tentativo andato a vuoto, anche perché l’illazione è frutto del gossip trash che va in onda ogni giorno in varie trasmissioni.

Le “frasi famose” di Selvaggia Roma

Ma non solo. Un altro tormentone è «Cioè, ognuno, però», pronunciato sempre da Selvaggia Roma in un momento di imbarazzo. E ancora, «mò ‘sti baci». «Ah ok, no vabbè». Poi arriva la matita rossa, con altri due strafalcioni: «Se avrei». «Direi una cazzata se ti direi di no». Sui social è una valanga di ironie: «Ma quale scuola ha frequentato, ‘sta tizia». «Oltre ad essere offensiva, è anche carente in grammatica». E giù sfottò a oltranza.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )