Covid, lite furibonda tra Porro e Galli in tv. Volano parole grosse, «se i toni sono questi me ne vado»

giovedì 8 Ottobre 10:42 - di Gianluca Corrente
lite furibonda in tv tra Porro e Galli

Il confronto in tv diventa acceso nel giro di pochi secondi. Ed è lite furibonda tra Porro e Galli. Il giornalista e il direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco si infiammano in collegamento con Stasera Italia. «Se continuiamo ad avere fenomeni di aggregazione, come quelli che abbiamo avuto nell’ultimo periodo, invece di invertire la tendenza avremo il risultato opposto», dice Massimo Galli.

La lite furibonda tra Porro e Galli

«Io devo stare molto tranquillo, altrimenti mi cacciano da Mediaset. Il professor Galli non ha figli a scuola, ci sono bambini che hanno 37,2 o la dissenteria e devono fare un tampone e stare a casa. Le famiglie si ritrovano in situazioni disastrose e non tutti hanno la tata. Dei 3678 positivi di oggi, quanti sono quelli veramente malati e non sono debolmente positivi? Il professor Bassetti mi ha detto che il 94% sono debolmente positivi o asintomatici», incalza Porro.

L’attacco del virologo

«È una balla, assolutamente sì». Bassetti «non è in grado di dirglielo perché non è in grado di saperlo. Dovrebbe fare un giro nel mio reparto per vedere come butta, non scherziamo. Quante persone ci sono nel mio reparto? Non le dico questa cosa perché non mi è consentito dirlo, gliela può dire il mio direttore sanitario», dice Galli, innescando la reazione veemente di Porro, che abbandona il collegamento.

«Se i toni sono questi, me ne vado»

La lite furibonda tra Porro e Galli continua. «Se i toni sono questi, non vale la pena andare avanti. Non vale la pena e mi tolgo l’auricolare. Qui siamo di fronte a una presa di posizione di tipo politico per un problema che riguarda un’epidemia. Credo di avere una sovraesposizione mediatica insopportabile, faccio volentieri a meno di discutere con questi tipo di attacchi. Però qualcuno si dovrà prendere la responsabilità di voler continuare a sottovalutare la situazione per fare l’interesse e il comodo di un interesse, una categoria o una posizione politica», dice il professore. Tutto finito? No.

L’intervento di Bassetti

Poco dopo, in trasmissione, arrivano le parole de professor Matteo Bassetti. «Quando si arriva agli insulti tra colleghi accademici io faccio un passo indietro. Mi spiace che il professor Galli si adiri a sentire i dati che lo stesso ministero della Salute fornisce ogni giorno. Dai dati odierni della regione Toscana, per esempio, si evince che il 68% dei nuovi contagi sono asintomatici», la dichiarazione del direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica