Azzolina ne spara una dietro l’altra: «Lezioni nei B&B». Salvini la fa nera e lei corre ai ripari

martedì 11 Agosto 17:29 - di Milena Desanctis
Azzolina

Lucia Azzolina di nuovo al centro di polemiche e ironie. «Sono al lavoro senza sosta su organici e immissioni in ruolo, questo tema della mancanza di aule non è nuovo né ci deve scandalizzare il fatto che si studino soluzioni alternative, come i bed & breakfast. Ho sempre detto fin dal primo momento in cui abbiamo affrontato l’emergenza Covid che ci sarebbe stato un problema di spazi. Quando devi far rientrare a scuola a settembre 8 milioni di studenti, garantendo il distanziamento di 1 metro, è chiaro che si pone la necessità di adeguare gli spazi». Lo afferma in una intervista a La Stampa il ministro dell’Istruzione ricordando di essere «al lavoro da settimane con gli enti locali per risolvere il problema».

Intervista all’Azzolina, la smentita

L’intervista fa il giro del web e scatena ironie. E a stretto giro di posta arriva in una nota del ministero dell’Istruzione la smentita. «Si precisa che su La Stampa di oggi vengono riportate affermazioni che la Ministra Lucia Azzolina non ha mai pronunciato, all’interno di un colloquio mai concordato». Sul caso interviene su Fb anche la stessa Azzolina. «Ogni giorno si cerca un pretesto per fare una polemica sulla scuola. Non è certo lo spirito giusto per affrontare una sfida così impegnativa e che riguarda tutti. Ci si è ormai abituati persino a leggere frasi virgolettate che non sono mai state pronunciate».

«Servono locali adatti a fare lezione»

E ancora. «Come ripeto da settimane anche ai tavoli regionali cui ho partecipato, gli Enti locali, che sono i proprietari degli Istituti scolastici, lavorano insieme ai nostri Uffici regionali. Per individuare nuovi spazi in vista di settembre. Ulteriori risorse sono appena state stanziate col Decreto Agosto. Naturalmente – conclude la Azzolina – servono locali adatti a fare lezione. E che rispettino i criteri di sicurezza».

A scuola nei B&B, le polemiche

Ma la smentita non ferma le polemiche. Duro Matteo Salvini. «Mancano 20mila aule per garantire il distanziamento degli alunni e la tragica Azzolina scarica la responsabilità sui sindaci invitandoli a proporre lezioni nei B&B. Non contenta, mi invita a studiare anche se in un tweet confonde “infrazione” con “effrazione”. Studenti, famiglie, personale scolastico ed enti locali non meritano un ministro simile». Dal canto suo Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato osserva: «Ogni mattina il Miur si sveglia e sa che dovrà correre più veloce delle assurdità dette dalla Azzolina alla stampa il giorno prima. Oggi abbiamo i bed and breakfast. Azzolina bocciata».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica