Incontro segreto Draghi-Di Maio. Fratelli d’Italia: “Il ministro degli Esteri riferisca in Parlamento”

venerdì 10 luglio 13:59 - di Redazione

Che cosa si sono detti? Nei giorni scorsi, secondo quanto trapela dall’Adnkronos, c’è stato un faccia a faccia “segreto” tra Luigi Di Maio e Mario Draghi. Tra il ministro degli Esteri grillino  e l’ex presidente della Bce ci sarebbe stato uno scambio di punti di vista sulla situazione politica ed economica. Uscita la notizia, alla Farnesina sono costretti a confermare l’incontro. “Di Maio ha incontrato il 24 giugno scorso l’ex presidente della Bce nell’ambito dei consueti incontri istituzionali che il titolare della Farnesina è solito svolgere anche con altre autorità istituzionali. È stato un incontro positivo e proficuo”. Al centro dei colloqui – precisano dal ministero degli Esteri – i dossier europei  in virtù del ruolo svolto da Mario Draghi ai vertici della Banca Centrale Europea”.

Incontro Di Maio-Draghi. FdI: riferisca in Parlamento

La notizia non passa inosservata. Fratelli d’Italia, per primo, scende in campo. E chiede che il ministro grillino riferisca in Parlamento. “Di Maio, macchietta internazionale, incontra Draghi. E con cipiglio che farebbe invidia a Lapalisse fa sapere che incontra tante persone. Come fosse al bar a Pomigliano d’Arco con gli amici di gioventù”, incalza Andrea Delmaestro. Ma Di Maio rappresenta la politica estera italiana in una situazione di grande emergenza internazionale.

“Il problema è il contenuto dei suoi colloqui, il mandato ricevuto, il motivo della segretezza dell’incontro con Draghi”, dice il capogruppo di FdI in commissione Esteri della Camera. “C’è uno streaming? Di Maio venga a riferire in Parlamento dell’incontro, del contenuto dei colloqui, della posizione eventualmente spesa in nome e per conto dell’Italia”. I 5Stelle del resto non brillano per coerenze e difesa nazionale. “L’anima grillina – aggiunge Delmastro – è già stata venduta ai cinesi e ai salotti europei. Ma l’Italia e la sua economia non sono nella disponibilità di Di Maio. Piazzista a buon mercato di ogni bene e valore che possiede”.

Ironico il commento del leghista Riccardo Molinari. “Non ci vedo nulla di strano. E’ normale che un ministro degli Esteri dialoghi con un ex presidente della Bce. Visto che in ballo ci sono i pacchetti europei di risorse da destinare ai paesi Ue per l’emergenza covid. Chiedete piuttosto ai suoi compagni di partito, ai 5Stelle, se non hanno loro altro da dire…”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica