Un cliente prende a testate un bancario. Clima esasperato dal nulla del governo (video)

venerdì 8 maggio 15:45 - di Redazione

Preso a testate davanti a una banca. Un nuovo caso di violenza contro un lavoratore bancario. La denuncia è online sulla pagina Facebook della Fabi, federazione autonoma bancari italiani. La notizia è stata data in mattinata durante la trasmissione Storie italiane su Rai Uno dal segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

Il cliente della banca si era recato in filiale per un’operazione che, tuttavia, non ha potuto eseguire. Uscito dall’agenzia, il cliente ha aspettato per due ore il bancario fino alla pausa pranzo. Lo ha aggredito con una testata, provocando la frattura del naso. Conclusione 20 giorni di prognosi. 

«L’episodio è frutto di quel clima di odio che si è creato. E  che abbiamo denunciato anche al ministro dell’Interno Lamorgese, sempre molto attenta» ha spiegato Sileoni. Ora “voglio vedere se quella banca dove lavora il collega aggredito, farà una denuncia alla Procura per quanto avvenuto”.  L’ennesimo atto di violenza nei confronti di un bancario fotografa il clima di esasperazione degli italiani. Anche per l’assenza di norme chiare sul terreno minato di prestiti e interessi.  La triste verità è che siamo davanti a una serie di situazioni che rincorrono perché nessuno si assume le responsabilità che dovrebbe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica