Covid-19, il veterinario: “Più sicuro dormire col cane che toccare un uomo”

sabato 21 marzo 17:21 - di Davide Ventola
covid-19

“Oggi è più sicuro abbracciare un cane che stringere la mano ad uno sconosciuto. La trasmissione del Covid-19 avviene esclusivamente da uomo a uomo e non ci sono prove che gli animali da compagnia possano contrarre o trasmettere la malattia. Questa è la versione ufficiale dell’Oms e del Ministero della sanità”. A dirlo all’Adnkronos è Marco Melosi, presidente dell’Anmvi, Associazione nazionale medici veterinari italiani, smentendo le voci nate dalla storia del volpino di Hong Kong risultato debolmente positivo al Covid-19 e dell’incremento di abbandoni del migliore amico dell’uomo.

Si trasmette il Covid-19 dagli animali all’uomo?

“Non ne abbiamo percezione. Non abbiamo notato aumenti di animali abbandonati. E’ più una preoccupazione che una realtà”. Dobbiamo comunque avere precauzioni? “Direi di sì – risponde – Così come molti indicano che le scarpe devono restare fuori casa perchè il virus può sopravvivere nelle strade, è buona norma pulire le zampe al cane, con amuchina diluita. Si tratta di una accortezza in più a tutela non tanto del cane quanto del padrone”.

Vero che sia i cani che gatti possono contrarre virus appartenenti alla famiglia del coronavirus, in particolare che i cani possono contrarre un coronavirus enterico (CCov) che causa diarrea emorragica molto contagiosa nei cuccioli. “Ma non è trasmissibile all’uomo – specifica il presidente dell’Anmvi – perchè il coronavirus si definisce ‘specie – specifico’ cioè il virus ha capacità di replicarsi solo in quella specie animale. Al di fuori muore. Quindi – conclude – il Covid 19 non è presente nel cane. Ed il volpino di Hong Kong è risultato positivo per inquinamento ambientale”.

Cani abbandonati? No, ma nessuno li prende più in adozione

Cresce il fenomeno dei cani abbandonati durante la quarantena? “Questa dichiarazione è fatta da persone inqualificabili. Ed è assolutamente priva di qualunque fondamento”, tuona all’Adnkronos Carla Rocchi. La presidente Enpa, Ente nazionale per la protezione degli animali aggiunge: “Piuttosto, abbiamo riscontrato un comprensibile rallentamento delle adozioni nelle ultime due settimane”. “Una propaganda che fa leva sulle paure di contrazione e trasmissione del coronavirus dal cane all’uomo. Ecco perché abbiamo lanciato una campagna su twitter. Gli “unici abbracci che posso dare”. E guardando al post quarantena – aggiunge – per rilanciare le adozioni diciamo a tutti: “Avete capito cosa significa stare in gabbia? Andate a liberarli dai canili”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Massimo Turco 1 maggio 2020

    Io pulisco le zampette del cane con dei fazzoletti umidificate con clorexidina comprati al negozio x animali.

  • Francesco 24 aprile 2020

    E ti pareva che non si mobilitava l’esercito di quelli che vogliono decidere (e censurarle) quali notizie debbano essere false o non attendibili perché la di esse veridicità non sarebbe loro gradita? Guai a chi tocca il Dio cane (sembra una bestemmia, ed in aktro contesto infatti lo è, ma in questo caso è una definizione che descrive icasticamente il fenomeno). Che in questo momento (in questo momento) sia peggiore la promiscuità tra persone che avere animali domestici in casa o a letto sarà sicuramente vero, ma è scorretto sentenziare che “gli animali non trasmettono il virus” (cosa di cui lo scienziato Marco Travaglio sembra essere certo) , semmai sarebbe più leale “la casistica registrata fino ad oggi non consta di elementi significativi per avanzare tale ipotesi”.
    Ma chiederei anche : cosa si intende per “trasmettere” ? Se il virus sopravvive ore, come dite, anche sull’asfalto o sul pavimento, non capisco perché se cade sul manto di un animale dovrebbe essere da esso annientato, anche se certo non contrae e trasmette la malattia con le modalità in cui lo fa tra gli umani. La signora Rocchi è libera di abbracciare i suoi quadrupedi, ma vorrei che chi non ha gli stessi gusti tornasse ad avere il diritto di non vederseli imporre .
    Inoltre: vi paga forse qualcuno per difendere per partito preso la purezza degli animali come fanno le religioni coi dogmi?

    E se dovesse esserci notizia ufficiale di uno spillover pubblicherete la notizia o la tacerete?
    Non pensavo che il Secolo D’Italia fosse asservito al Pensiero Unico .

  • Roberta 24 marzo 2020

    Come è possibile andare ad adottare un cane al canile in questo periodo ?
    Non ci si può muovere da casa se non per i motivi come da decreto… in più a muratela , per esempio , non risponde nessuno al telefono , neanche alla usl veterinaria… il mio telefono ha squillato a lungo negli orari d’ufficio. Poi i volontari non possono più entrare nei canili… ma come si fa ad adottare in questo modo? … è ovvio che siano calate le adozioni

  • Raffaella 23 marzo 2020

    Scrivono che più di 20 Mila animali sono stati abbandonati in Italia, non vero?

  • Annalisa Rossetti Bartoli 22 marzo 2020

    L AMUCHINA NON SI TROVA!! Con cosa si puliscono le zampe…se non con ACQUA E SAPONE…O ACQUA E PAZIENZA??
    Grazie
    Conosco il dott Melosi. Sono di Cecina ma ora vivo a Livorno. Gradirei una risposta. Grazie

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica