Coronavirus, i consigli del dottor Giuseppe Di Bella: «Vi spiego come ridurre il contagio»

martedì 3 marzo 12:57 - di Giovanna Taormina
coronavirus

Coronavirus ecco come prevenirlo e come curarlo. Le indicazioni del dottor Giuseppe  Di Bella. «La progressiva espansione planetaria di questa virosi respiratoria ha riflessi psicologici, sociali, economici e politici globali. Se il timore, l’ansia, il panico, l’incertezza sono diffusi, ampiamente condivisi, al contrario sono discordanti le valutazioni sull’effettiva portata e gravità del fenomeno. Sulla sua origine e gestione, sull’opportunità, tempestività e adeguatezza delle contromisure e sulla credibilità degli organi d’informazione». Lo scrive in un articolo pubblicato su Romait.it il dottor Giuseppe Di Bella, figlio del prof. Luigi Di Bella e promotore dell’efficacia del Metodo Di Bella, nella prevenzione e cura tumorale e di altre patologie. «Su Covid-19 – scrive Di Bella – l’ipotesi più probabile è che si diffonda con facilità. Abbia un’aggressività superiore all’influenza e una mortalità del 2-3% …».

Come ridurre il contagio di coronavirus

Spiega Di Bella: «Si potrebbe cercare di ridurre il contagio lavando ripetutamente (almeno 30 secondi) non solo le mani. Ma il viso (chiudere bene gli occhi), ed eventualmente gli occhiali. Preferibilmente con saponi disinfettanti, germicidi. Il Covid-19 penetra attraverso le vie respiratorie che vanno deterse mediante lavaggi nasali. Con soluzioni saline e gargarismi iodati. Mediante una decina di gocce di tintura di iodio in un bicchiere d’acqua. Essendo la superficie delle vie aerodigestive superiori, costituita da cellule epiteliali, è essenziale mantenerne al massimo livello trofismo, integrità e funzionalità mediante le vitamine epitelio protettrici per eccellenza: i retinoidi».

Coronavirus, i retinoidi

Il dottore spiega che «l’unica formulazione completa disponibile è quella del Prof Luigi Di Bella, che ne esalta efficacia, biodisponibilità ed emivita, superandone la labilità e ossidabilità mediante la solubilizzazione in alte dosi di vitamina E». La formula comprende Betacarotene, Axeroftolo, Acido Retinoico, singolarmente dotati di documentate e specifiche, peculiari, proprietà antinfettive, immunomodulanti e antitumorali. La formulazione è reperibile nella sezione “Pubblicazioni scientifiche”, in prima pagina del sito ufficiale del MDB http://metododibella.org/pubblicazioni-scientifiche.html Il dato, scrive il dottore, «è scientificamente documentato, pubblicato e reperibile nelle banche dati biomediche mondiali ufficiali: Solution of retinoids in vitamin E in the Di Bella Method biological multitherapy (Neuroendocrinology Letters Volume 36 No. 7/2015 ), è un’evidenza scientifica incontestabile, definitivamente acquisita, senza alternative, riportata e corredata da un’ampia rassegna bibliografica nel recente volume La scelta antitumore…».

Altre molecole

Il dosaggio medio di un adulto, si legge ancora «è un cucchiaio da tavola al mattino a digiuno, nei bimbi la misura di millimetri cubi è pari a un decimo del peso corporeo: Es 20 Kg= 2 ml. Unica controindicazione la gravidanza accertata o presunta e/o gravi epatopatie. Un sinergismo antinfettivo e immunomodulante dei retinoidi si può facilmente realizzare mediante l’associazione di molecole biologiche, naturali non tossiche, facilmente reperibili come Lisozima, Vitamina C, Lattoferrina, Beta glucani, Resveratrolo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza