Danza, ritorno ai Pink Floyd con il coreografo Micha van Hoecke

domenica 23 Febbraio 14:04 - di Redazione

“C’è qualcosa che mi accomuna ai Pink Floyd. Non è solo una questione di età, di una vita vissuta pericolosamente e in modo spericolato. Con Maurice Béjart e il suo Ballet du XX Siècle eravamo negli anni ’70 come la celebre band inglese. Amati, inseguiti, osannati. Riempivamo gli stadi e i palasport. La loro musica era per noi la nostra droga”. E’ quanto ha dichiarato all’Adnkronos, il regista e coreografo di origine russa Micha van Hoecke, ‘autore’ di ‘Shine. Pink Floyd Moon’, lo spettacolo che ha debuttato questa estate a Ravenna Festival e dopo un fortunato tour estivo riprende a viaggiare in Italia.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica