Orrore a Imola, investe e uccide il 34enne marocchino che aveva rubato il cellulare al figlio

lunedì 6 gennaio 17:59 - di Martino Della Costa
Una volante della polizia foto Ansa

Orrore a Imola. Una vicenda, quella che si è appena drammaticamente conclusa, che ha un seme di violenza inestirpabile al suo interno. Una storia che cominceremo a raccontare dal suo epilogo: l’arresto con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi di un 43enne che ieri sera ha investito e ucciso un ragazzo marocchino di 34 anni. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti al lavoro sul caso, l’investitore già nei giorni scorsi aveva avuto una discussione con la vittima. La causa: il furto subito a fine anno dal figlio dell’uomo che ha poi investito lo straniero, di un telefono cellulare. Ieri sera, intorno alle 22.30, la tragica fine della diatriba, con il 43enne alla guida dell’auto che piomba sul giovane extracomunitario mentre era a piedi. Poco dopo aver investito e ucciso il ragazzo, l’omicida si è presentato in commissariato di Polizia e ha raccontato quanto accaduto.

Investe e uccide il marocchino che aveva derubato e minacciato il figlio

Sarà stato l’antefatto del litigio sul furto controverso. saranno state le parole usate dal reo confesso. Magari i toni: fatto sta che, come riporta il sito de la Repubblica in queste ore, «dopo l’incidente, l’uomo alla guida si è presentato nel vicino commissariato in stato confusionale e ha raccontato l’accaduto. “Non volevo ucciderlo”, si è difeso». Ma la Polizia, «che lavora sul caso coordinata dalla Procura di Bologna (pm di turno Anna Cecilia Sessa), non ha però creduto alla semplice fatalità. E dopo l’interrogatorio nella notte lo ha arrestato per omicidio volontario aggravato». Un’ipotesi investigativa, quella degli inquirenti al lavoro sul caso, che fonda i suoi presupposti su alcuni precedenti. Quelli riportati sempre da la Repubblica.
1)  A fine anno, la vittima ha minacciato il figlio minorenne del 43enne finito in manette e gli ha rubato lo smartphone».
2) Solo tre giorni fa, l’uomo oggi arrestato ha avuto un confronto violento con il marocchino, degenerato in rissa: entrambi sono finiti in ospedale, con tanto di denuncia sporta per lesioni contro il marocchino.
3) Infine, secondo quanto raccontato dall’investitore, ieri la vittima avrebbe incontrato nuovamente e minacciato ancora il figlio del 43enne.

Una ricostruzione dei fatti che non convince gli inquirenti

Esacerbato oltremisura, l’uomo si sarebbe messo al volante in cerca dello straniero trentenne, e una volta intercettato in una stradina del centro cittadino il giovane straniero, gli è piombato addosso con la parte anteriore del veicolo. Durante l’interrogatorio, l’uomo si sarebbe giustificato dicendo di volergli solo sbarrare il percorso. L’urto, l’impatto e la violenza dello scontro, però, sono stati fatali. Il marocchino 30enne è morto durante il trasporto in ospedale. Un epilogo tragico. Sul quale, il legale dell’uomo arrestato oggi, ha dichiarato: «Credo che il mio assistito abbia collaborato fin da subito. Ha chiamato il 118 ed è andato a costituirsi in commissariato. Ha avuto un comportamento corretto. È distrutto e pentito per quanto è successo, non voleva ucciderlo. La sua è stata la reazione di un padre dopo che il figlio era stato nuovamente minacciato di morte. Mi auguro che la procura valuti questi elementi. È un epilogo che non doveva accadere»…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mariella albertoni 7 gennaio 2020

    Poteva evitare di rubare

  • laura scattola 7 gennaio 2020

    gli italiani sono esasperati e questa è la conseguenza di quello che subiamo ogni giorno da questi stranieri che ci importano clandestinamente. sono ladri, assassini, stupratori. la legge non fa niente contro di loro , sono liberi di delinquere e non fanno un giorno di galera, liberi di girare per le nostre città, minacciarci, insultarci.se ci difendiamo ci condannano.

  • Carlos d'Amore 7 gennaio 2020

    Ma Martino Della Costa perchè non va a scrivere su Il Corriere della Sera?
    Sprizza italianofobia da ogni frase!

    Oppure sará che si deve smettere di leggere Il Secolo d’Italia perchè non riporta piú notizie ma solo messaggi subliminali politicamente corretti?

  • Sandy Caine 7 gennaio 2020

    Ha fatto bene.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica