Vite spezzate, due 16enni travolte e uccise da un’auto in corsa. L’ultima tragedia nella notte a Roma

domenica 22 dicembre 10:32 - di Redazione
16enni travolte e uccise a Roma foto Ansa

Due sedicenni travolte e uccise da un’auto in corsa. alla guida c’era un 20enne che si è fermato per soccorrere le ragazze dopo l’impatto. L’ultima tragedia della strada a Roma risale ad appena poche ore fa. Avviene tutto nella notte: il buio, lo schianto mortale, la fine di due giovani vite. Spezzate sul nascere…

Due 16enni travolte e uccise da un’auto in corsa

Due adolescenti sono morte. due 16enni travolte e uccise da un’auto a Corso Francia, all’altezza di via Flaminia. L’urto mortale arriva da una Renault Koleos, che ha investito e ucciso le due ragazze intorno a mezzanotte e mezzo. Quando la serata volgeva al termine, e cominciava la notte di un nuovo giorno. Alla guida dell’auto, un ragazzo di 20 anni. Dopo lo schianto, dato l’allarme sul posto sono arrivate immediatamente per i rilievi le pattuglie del II Gruppo Parioli della Polizia Locale di Roma Capitale. Le pattuglie stanno svolgendo gli accertamenti del caso, per ricostruire l’esatta dinamica di quanto drammaticamente accaduto. Il 20enne, come da protocollo, che si è fermato per soccorrere le ragazze investite, è stato sottoposto ai test di controllo sull’assunzione di droga e alcol.

Uno strazio infinito. Succede tutto verso le due di notte…

Lo strazio è infinito. Lo scenario drammatico. L’asfalto bagnato dalla pioggia. Il vento che urla. E quei corpi inermi sulla strada. Quelli di due amiche. Il Messaggero ci dice, Gaia e Camilla. due 16enni di ritorno a casa dopo un sabato sera come tanti trascorso con gli amici nella zona dei locali di Ponte Milvio. Due ragazze che si erano appena affacciate alla vita. E che in pochi istanti, hanno finito di esistere. E come scrive Il Messaggero raccontando quanto tragicamente accaduto: «È buio. La Renault Koleos guidata da un ragazzo di 20 anni, poco più grande di loro, non le vede e le travolge. Camilla e Gaia muoiono sul colpo»… «È una scena straziante. Su Corso Francia si crea subito un capannello di gente, arrivano gli amici delle giovani: urla, pianti. Camilla ha con séi documenti. Gaia, figlia di un ufficiale dei carabinieri, viene riconosciuta dal papà arrivato sul posto». I soccorritori sono già lì: ma per le due amiche 16enni non c’è più niente da fare…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica