Famiglie con figli autistici prenotano per Capodanno. L’albergo disdice: potrebbero disturbare…

lunedì 30 dicembre 15:21 - di Redazione
albergo rifiuta bambini autistici foto Ansa

Figli autistici? No grazie. E un albergo di Ferentino finisce alla gogna sul web. Già, perché a quanto denunciato ieri dai media e dai social, una struttura ricettiva vicino a Frosinone non avrebbe accettato di ospitare un gruppo di famiglie con ragazzi autistici. O meglio, avrebbe deciso di disdire il loro soggiorno per Capodanno. Sembra che la motivazione addotta, almeno quella riportata dal sito di Repubblica, sia stata quella secondo cui i ragazzini avrebbero potuto «disturbare gli altri ospiti dell’hotel». O quantomeno, questi sarebbero, in sintesi, gli estremi della vicenda finita all’indice su tutti i social. E che ha costretto chi di dovere, e a diverso titolo, a ulteriori rettifiche. In primis, la struttura ricettiva. E oggi, lo stesso sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo.

Famiglie con figli autistici: l’albergo disdice la prenotazione

Il quale poco fa, tastiera alla mano, su Facebook ha dichiarato: «Ho appreso dai social che una struttura ricettiva di Ferentino non avrebbe accettato di ospitare un gruppo di famiglie con ragazzi autistici. Se la notizia fosse confermata nella versione pubblicata online da un quotidiano, quanto accaduto sarebbe di una gravità inaccettabile. E assolutamente da condannare. La nostra città è da sempre inclusiva. Per questo appurerò personalmente i fatti, Ma sin d’ora sarei onorato se questi ragazzi fossero nostri ospiti nella cittadina per apprezzarne le sue bellezze e la sua gente». Dal fronte delle circa 10 famiglie coinvolte nel caso, dunque circa una quarantina di persone, al momento arriva solo un eloquente silenzio.

Si tratta di circa 10 famiglie, per una quarantina di persone

Si tratta, come spiega Repubblica sul suo sito, «di famiglie con alcuni figli autistici, una decina di ragazzi tra i 12 e i 18 anni, tra cui romani, campani, piemontesi. Giovani disabili che fanno terapia psicocognitiva. Famiglie che spesso trascorrono alcuni giorni insieme. E che quest’anno avevano pensato di recarsi in Ciociaria, nella nota struttura termale, che risale ai tempi dell’imperatore Vespasiano e che si presenta come particolarmente attenta al benessere dei bambini». Addirittura, una di queste famiglie decise a trascorrere la serata dell’ultimo dell’anno a Ferentino, sarebbe arrivata dal Portogallo per partecipare ai festeggiamenti di gruppo.

Le scuse e le giustificazioni del direttore dell’albergo

E invece, tutto disdetto. Tutto da ri-programmare. Con tante scuse da parte del direttore dell’albergo. Il quale, stando a quanto riporta il quotidiano diretto da Verdelli, confermerebbe quanto accaduto. Giustificandosi così: «Ho chiesto consiglio anche ai miei collaboratori e non me la sono sentita. Dobbiamo pensare anche agli altri ospiti. Qui si fanno i botti e cosa ne so come reagiscono i ragazzi autistici»…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica