Salvini va troppo in tv. Formigli rosica: non gli fanno vere domande. Lerner: inquina i palinsesti

mercoledì 27 Novembre 15:06 - di Redazione
Salvini

Matteo Salvini sta troppo in tv. È Il Fatto quotidiano a lanciare la nuova crociata anti-Lega. Il Capitano è sovraesposto. Ed ecco arrivare dai conduttori più schierati una buona dose di veleno contro Salvini.

Lucia Annunziata, che conduce “Mezz’ora in più” su Raitre, ne approfitta per fare battute contro Massimo Giletti. “C’è una quota di giornalisti talmente appassionata a Salvini da diventarne talvolta zii della figlia…”. Giletti, proprio sul suo saluto da “zio” alla figlia di Salvini, ha però qualcosa da dire. “Mi hanno messo in croce ma era una semplice battuta, non credo che sarebbe successa la stessa cosa se avessi salutato la figlia della Meloni o di Zingaretti”.

Più perfidi (e anche un po’ rosiconi) Gad Lerner e Corrado Formigli. I due se la prendono con i giornalisti che invitano Salvini ma non fanno domande  “scomode”, cioè non fanno le domande che gli farebbero loro. Dice Lerner: “C’è una sudditanza psicologica di molte trasmissioni, che accettano supinamente  che l’agenda degli argomenti da trattare in tv sia quella imposta dalla presenza di Salvini e dalle sue convenienze… Non solo, il leghista ha plasmato il gergo di alcune trasmissioni, si è reso protagonista di un inquinamento culturale”. Tutta colpa, secondo Lerner, delle trasmissioni Mediaset affidate a conduttori sovranisti.

Corrado Formigli, sempre sul Fatto, specifica che da anni Matteo Salvini non va alla sua trasmissione Piazzapulita. E anche lui se la prende con i colleghi che hanno Salvini in studio. “Vedo trasmissioni che lo invitano tutte le settimane e gli fanno la solita intervista. Io non penso che sia uno scandalo chiamarlo così spesso, il problema semmai e sul come lo si invita e sul contesto in cui viene ospitato. A me piacerebbe metterlo di fronte a reportage e inchieste sul suo operato da ministro. Va bene invitare spesso Salvini, ma che sia per fargli delle domande vere, senza che gli siano stesi tappeti rossi e lo si metta a sedere sulla solita poltrona di velluto…”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • aniello 28 Novembre 2019

    FORMIGLI – LERNER – ANNUNZIATA…. ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..
    ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE…..ROSICATE….. e questo è solo l’inizio della vostra fine giornalistica…