Neanche oggi Mattarella è riuscito a pronunciare la parola comunismo. Berlino libera da chi, presidente?

sabato 9 novembre 12:52 - di Francesco Storace
il presidente della Repubblica Mattarella che, con la sua decisione di affidare l'incarico a Cottarelli, aveva provocato una vera e propria rivolta sui Social

Nemmeno Napolitano….

Nel momento in cui persino il Parlamento europeo ha il coraggio di mettere sullo stesso piano – finalmente – nazismo e comunismo – da Mattarella ci saremmo aspettati un identico riconoscimento della realtà storica. Bene. ricordare quei ragazzi del 9 novembre 1989 che picconavano il muro, male, malissimo, dare l’idea di dimenticare chi perse la vita e chi gliela tolse con un’oppressione durata troppo a lungo. Ma dall’Italia col torcicollo ideologico non possiamo aspettarci di più probabilmente. C’è una sinistra che non ha ancora digerito quella nuova storia e ha contaminato persino chi doveva stare dall’altra parte. Eppure, Napolitano non sta più al Colle.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni pistis 11 novembre 2019

    i nostri catto/comunisti, sono gli unici in Europa a …NON rassegnarsi per la caduta del famigerato muro

  • Giuseppe Forconi 10 novembre 2019

    Si sono tutti svegliati di colpo dopo 30 anni di sonno. Ammazza che sonno, ci sono voluti 30 anni, e ora il caffe’ a letto chi ve lo porta? Forse il muro di cemento e mattoni e’ fisicamente caduto, ma….. la mentalita’ rossa , i ricordi incancellabili, le sofferenze e le centinaia di morti uccisi da quella ottusa mentalita’ di odio comunista…… purtroppo tutto e’ rimasto ed e’ presente nel cervello degli attuali governanti che non abbandoneranno mai questo loro profondo odio verso chi strilla la frase
    “DEMOCRAZIA”. Anche a loro e’ stato iniettato il morbo staliniano? Chiaro che si, basta vedere ancora sventolare le bandiere rosse con la falce e martello per avere una idea di come stiamo ancora vivendo. Ma domani…….?? forse domani sara’ un’altro giorno , oggi ancora non lo e’.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica