Maltempo, Italia in ginocchio: a Venezia sale la marea. L’Arno fa paura. Slavine e evacuazioni (video)

domenica 17 Novembre 13:40 - di Redazione
maltempo

Maltempo, non solo Venezia. C’è paura per la piena dell’Arno a Lastra a Signa, a valle di pochi chilometri da Firenze. Numerosi gli allagamenti che si registrano nel territorio comunale con chiusure di strade e sottopassi. Il fiume ha raggiunto il colmo di piena a Incisa Valdarno (Firenze) intorno alle 11 di questa mattina. Intanto a Venezia la marea sale. Mentre in Alto Adige, precisamente in Val Martello, una slavina si è abbattuta su un centro abitato. Nella capitale ancora allagamenti e disagi. Allerta meteo in 11 regioni.

Maltempo, Italia in ginocchio: allerta meteo in 11 regioni

Probabile picco di piena dell’Arno alla stazione di rilevamento Firenze Uffizi, prossimo o di poco inferiore al secondo livello di criticità (che è di 5,50 metri). Comunque al di sopra dei massimi registrati negli ultimi 20 anni. Queste le valutazioni degli esperti del Centro funzionale regionale. La vicesindaca Cristina Giachi ha disposto l’attivazione del Centro operativo della protezione civile del Comune di Firenze. «Stiamo seguendo con la massima attenzione – ha spiegato – il transito della piena in concomitanza con gli apporti degli affluenti». «C’è una situazione fortemente critica in tutta la Toscana: fiumi in piena e esondazioni, rischi di alluvione… Ho convocato la riunione della protezione civile regionale», ha reso noto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. E anche sulla città di Firenze, nelle ultime ventiquattr’ore, sono caduti oltre 62,6 millimetri di pioggia. Le raffiche di vento hanno toccato stanotte i 50, 76 km/h. La protezione civile della Città metropolitana «ha consigliato di mettersi alla guida solo in caso di effettiva necessità. E comunque di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua e nel transito delle zone depresse (sottopassi stradali, zone di bonifica). Evitare di attraversare le aree allagate anche se apparentemente con poca acqua».

Tutta la Toscana sotto osservazione: evacuate 23 famiglie in Val d’elsa

Tutti i corsi d’acqua presenti nel territorio del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, nelle province di Firenze e Prato, sono oltre il primo e il secondo livello di guardia. Nel territorio comunale di Barberino Tavarnelle, in provincia di Firenze, gli addetti ai lavori hanno registrato i problemi maggiori in località Zambra, dove a causa della piena del torrente Elsa le autorità hanno disposto le evacuazioni in via precauzionale 23 famiglie. Infine, le autorità hanno disposto l’avvio, in via precauzionale, di alcune delle misure previste dal piano di protezione civile per fronteggiare l’eventuale piena dell’Arno a Pisa. La decisione è stata presa nel corso della riunione del Centro coordinamento soccorsi provinciale che si è svolta in Prefettura alle 6 di stamani. Squadre operative del Genio Civile hanno dato indicazioni per il ritiro dei materiali (ritti, panconcelli e sacchini), utili a rinforzare le spallette sui lungarni in città, ai militari della Brigata Paracadutisti Folgore, in particolare del Reggimento Logistico e del Centro Addestramento Paracadutismo.

A Venezia la marea continua a salire. E in Alto Adige…

A Venezia, intanto, la marea continua a salire. Così gli operai addetti hanno provveduto a rimuovere per motivi di sicurezza le passerelle sopraelevate che da qualche ora costituivano l’unico accesso dei turisti a piazza San Marco. Si attende il picco più alto di piena, che dovrebbe attestarsi sui 160 cm. Poi la marea calerà e i passaggi sospesi verranno ricollocati per favorire il transito di cittadini e visitatori. Questa mattina qualche turista più coraggioso si è addentrato nella piazza alluvionata per scattarsi un selfie con vista basilica. Una scena ben diversa da quella vissuta ieri a Venezia, quando un momentaneo calo della marea aveva consentito a cittadini, visitatori e commercianti di “riappropriarsi” della città. In Alto Adige, infine, l’ultimo allarme neve: in Val Martello una slavina si è abbattuta questa mattina nel centro abitato. Alcuni edifici sono stati danneggiati. Al momento vengono evacuate due case.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *