Le terme di Saturnia travolte dal fango. Ma le cascate sono integre

sabato 16 novembre 18:55 - di Redazione
Terme di Saturnia

Le terme di Saturnia sommerse dal fango dopo la grande alluvione che si è abbattuta ieri in Maremma. Ma non hanno riportato danni strutturali, “sono integre”. «Le cascate sono in buona salute». È il sindaco di Manciano Mirco Morini a rassicurare. Questa mattina il vicesindaco Luca Pallini ha effettuato un sopralluogo alle cascate del Gorello di Saturnia e ha constatato che  «esse sono integre e che non hanno riportato alcun danno». Lo precisa l’Amministrazione Comunale in una nota. Le cascate del Gorello, infatti, hanno avuto solo una forte piena dovuta alla tanta pioggia caduta. Il maltempo di ieri ha comunque devastato il territorio di Manciano, tanto che il sindaco ha annunciato che il Comune chiederà lo stato di calamità alla Regione. Dopo 5 anni il nostro territorio un’altra alluvione martirizza il territorio, ha detto Morini. «Chiederemo, nel caso, lo stato di calamità alla Regione Toscana».

Le terme di Saturnia: gli effetti delle forti piogge

Anche il resort delle Terme di Saturnia ha subito gli effetti delle forti piogge: si sono registrati danni al Club Benessere. Che però “saranno velocemente riparati”. Lo ha assicurato Massimo Caputi, presidente di Terme di Saturnia spa, in un’intervista a Il Tirreno.  «L’onda di piena – aggiunge Caputi – mette a rischio l’area per la mancanza di progetti idraulici di tutela sul lato del borgo di Saturnia. Ricordo che nel 2014 il complesso fu devastato con immensi danni».

L’esondazione

L’esondazione di fossi e torrenti, come il Gattaia e la Stellata, ha provocato molti disagi soprattutto durante la mattinata. Ma è l’Albegna che ha destato maggiori preoccupazioni: il momento più preoccupante si è registrato fra le 16 e le 17 con la piena. Nella tarda serata il fiume a Marsiliana aveva fatto registrare 5,11 metri di altezza a causa dell’ondata di piena. A far tenere il fiato sospeso era stato anche il torrente Elsa che è esondato nella zona dello Sgrillozzo: la strada regionale 74 è stata costantemente monitorata ma non è stata mai chiusa al traffico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza