Berlusconi: «Con Renzi distanza incolmabile. Salvini ha la barba grigia, non piace alle donne»

martedì 12 novembre 16:15 - di Giovanna Taormina
Berlusconi da Costanzo

«Ma è vero che questa puntata è la numero 4mila 445. Non ci sono riuscito a far smettere Costanzo… Neanche con un attentato con una bomba ce l’ho fatta a farlo scappare…». Silvio Berlusconi è ospite del Maurizio Costanzo show. Il Cav scherza sulle indagini che lo riguardano sull’attentato a Costanzo nell’ambito della trattativa Stato-mafia. «Noi ormai siamo vecchietti, abbiamo un piede nella tomba», ironizza il leader azzurro con un sorriso. E scherza anche su Salvini: «Avete visto che inizia ad avere la barba grigia… non piace alle donne».

Berlusconi su Renzi

Il Cavaliere parla soprattutto di politica e di fatto sottolinea la differenza principale tra lo schieramento di Forza Italia e quello dei renziani di Italia Viva: «Di Mattei ce ne sono tanti, forse troppi. Matteo Renzi so che è venuto qui e che ha fatto la mia imitazione. Auguri a Matteo, ma gioca nell’altra parte di campo. C’è una distanza incolmabile tra noi liberali e la sinistra».

E sull’Ilva: «Salviamola coi nostri soldi»

Inevitabile poi un commento sulla situazione dell’Ilva, uno dei nodi da sciogliere dell’attuale governo: «Come se ne esce su Ilva? Ci si entra con i soldi di tutti noi, non credo ci sia un’altra soluzione. Hanno votato l’abolizione dello scudo penale e l’impresa è andata via», afferma l’ex premier riferendosi alla rimozione dello scudo penale per Arcelor Mittal.  E precisa: «Purtroppo penso che probabilmente anche su Alitalia ci dovrà essere un intervento con i nostri soldi, con i soldi pubblici. Questo per l’incapacità di questi signori del governo di risolvere i problemi e la situazione. Noi, comunque, siamo contrari». Infine il Cavaliere parla anche dell’assalto giudiziario subito in tutti questi anni che ha passato in politica e sfogandosi con Costanzo dice: «Da maggio ho superato per avvocati e spostamenti la spesa di un miliardo di euro».

«Manovra tutta tasse e manette»

E sulla manovra che divide il governo precisa: «Si tratta di una manovra tutta tasse e manette che non contiene nulla per imprese famiglie e lavoro. Il dato dei moltissimi emendamenti della maggioranza dimostra che la maggioranza è in totale contrasto con il governo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza