Attacco a Oslo, fermati due norvegesi. La polizia: «Non ci sono elementi per parlare di terrorismo»

martedì 22 ottobre 18:08 - di Redazione
oslo

È un trentaduenne già noto alla polizia l’uomo armato arrestato a Oslo dopo aver sequestrato un’ambulanza e travolto alcuni passanti. La polizia inoltre ha arrestato anche la donna che era ricercata come sospetta complice. Si tratta di una 25enne, anche lei già nota alla polizia. Entrambi sono di nazionalità norvegese e, secondo le prime informazioni divulgate, sospettati di avere contatti con l’estrema destra.

Nessun ferito grave nell’attacco di Oslo

L’uomo, fermato subito, è ora accusato di tentato omicidio. In passato era stato condannato per minacce, droga, violenza e rapina. La donna è stata rintracciata alcune ore dopo in un negozio di Oslo, la polizia ha twittato che sembrava sotto l’effetto di droga. L’attacco, che per le modalità ricorda alcuni attentati jihadisti compiuti in diverse città europee, ha provocato alcuni feriti. In particolare, si tratta di due gemellini di sette mesi e della madre, ora ricoverati, e di una coppia di anziani, che però potrebbero essersi infortunati nel tentativo di sfuggire all’ambulanza lanciata contro la folla. Nessuno comunque, ha fatto sapere la polizia, è grave.

La polizia: «Non ci sono elementi per parlare di terrorismo»

Nessuna conseguenza, poi, per i tre membri del personale dell’ambulanza sequestrata. A bordo del mezzo sono stati trovati un fucile a pompa e un’arma semi automatica. Secondo il capo delle operazioni della polizia Erik Hestvik, però, «non c’è nulla che indichi che si tratti di terrorismo».

Qui il video dell’arresto del 32enne 

(La foto proviene dal video del sito di informazione aftenposten.no)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza