Chiude pediatria all’ospedale di Anzio. FdI: «Un’altra decisione scellerata di Zingaretti»

giovedì 12 settembre 17:47 - di Redazione
«Continua lo smantellamento della sanità pubblica del Lazio, altro che gestione virtuosa, solo tagli all’assistenza medica e svuotamento dei presidi territoriali». La denuncia arriva da Fabrizio Ghera, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio e Chiara Colosimo, consigliere regionale e componente della Commissione Sanità. «Abbiamo chiesto un’audizione in Commissione Sanità – hanno detto – e presenteremo un’interrogazione alla giunta, al fine di rivedere la decisione di chiudere il reparto di pediatria dell’Ospedale di Anzio e Nettuno, disposta dalla Asl Rm 6. Un provvedimento scellerato, che priverà di assistenza ospedaliera ai bambini e alle neo mamme, una utenza di oltre centomila residenti che si raddoppia con l’afflusso turistico estivo. Cancellando l’ennesimo presidio sanitario di prossimità, Zingaretti costringerà le famiglie con figli piccoli ammalati a spostarsi in auto al Pronto Soccorso di Aprilia o di Latina che sono i meno distanti, sovraccaricando quelle strutture già oberate di lavoro, che non saranno in grado di offrire assistenza adeguata». Fratelli d’Italia, affermano Ghera e Colosimo,  «chiede all’assessore alla Sanità, al direttore della Asl Rm 6: che fine hanno fatto i progetti di potenziamento di questo ospedale più volte promessi? E come mai decisioni gravi come la soppressione dei reparti sono comunicate a cose fatte? Servono investimenti e ristrutturazioni, non tagli, per rilanciare la sanità del Lazio».
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi