È mafia: tre ergastoli e pene pesanti per 21 membri del clan Spada

24 Set 2019 20:55 - di Redazione

Quella del clan Spada, a Ostia, è un’associazione di tipo mafioso. Nell’aula bunker di Rebibbia arriva la sentenza che sancisce l’ergastolo per Carmine, Ottavio e Roberto Spada, ritenuti a capo del clan del litorale romano e condanne pesanti per altri 21 affiliati al clan.

Dieci ore di camera di consiglio

E’ la decisione presa dai giudici della Corte d’Assise che, nel maxiprocesso al clan, hanno appunto riconosciuto l’associazione a delinquere di stampo mafioso. La decisione è arrivata dopo più di dieci ore di camera di consiglio.

Condannati all’ergastolo Carmine Spada, detto Romoletto, Roberto Spada, già condannato per la testata a Ostia al giornalista della Rai Daniele Piervincenzi e Ottavio Spada, detto Marco. Gli imputati hanno seguito la lettura della sentenza collegati in videoconferenza.

Omicidio, estorsione, usura per il clan Spada

Il procedimento della Dda di Roma è legato agli arresti avvenuti il 25 gennaio 2018 nel corso dell’operazione ”Eclissi”. Tra i reati contestati, a seconda della posizione, anche l’omicidio, l’estorsione e l’usura.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA