Il regalo delle Ong alla sinistra: Lega e FdI quasi al 50%

domenica 7 luglio 11:32 - di Redazione

A poco più di un mese dal voto europeo si confermano i trend già usciti dalle urne il 26 maggio scorso. Certo un aiuto sostanzioso lo hanno dato anche le ultime vicende che hanno visto Matteo Salvini alle prese con la sfida delle Ong e della capitana Carola Rackete. Lo confermano i dati di Noto Sondaggi.

La Lega ha visto i suoi consensi salire del 4%, attestandosi al 38%, anche se questo incremento si è gradualmente verificato negli ultimi 40 giorni e non esclusivamente in seguito allo scontro con la Sea Watch, che ha portato in ogni caso un punto percentuale in più al Carroccio.

Consensi che sono dovuti alla crisi di Forza Italia e che premiano anche Fratelli d’Italia, che vede crescere la sua percentuale di un punto e mezzo, attestandosi su un lusinghiero 8%.

Cresce, anche se di poco, il Pd (24%) mentre il M5S rimane stabile al 17%. Oscillazioni significative che fanno emergere due elementi: da un lato la radicalizzazione dello scontro politico che non lascia spazio a posizioni intermedie quali quelle che Forza Italia vorrebbe andare a ricoprire (scende infatti al 6,5% lasciando a FdI il ruolo di secondo partito di centrodestra) e, dall’altro, la necessità di schierarsi con chiarezza sulle questioni, evitando i tatticismi. Una lezione, quest’ultima, della quale per primi proprio i Cinquestelle dovrebbero fare tesoro.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi