Albanese sperona l’auto della polizia. Salvini: «Pensava di essere una ong»

sabato 6 luglio 15:05 - di Renato Fratello

Sperona le auto della polizia per tentare le fuga e cerca di investire i poliziotti poi tenta di scappare a piedi ma viene bloccato. E terminata così la latitanza di un cittadino albanese, Gega Mamhut, 25 anni ricercato dal 2017 e destinatario di un’ordinanza cautelare firmata dal gip del tribunale di Chieti per l’accusa di furto in abitazione, continuato e aggravato.

L’albanese è stato arrestato

L’albanese è stato arrestato tra Giugliano in Campania e Sant’Antimo dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta e Napoli dopo un lungo inseguimento. Gli agenti lo avevano localizzato in Campania dopo una segnalazione delle forze dell’ordine spagnole tramite il servizio di cooperazione internazionale di Polizia e lo hanno intercettato mentre da solo viaggiava a bordo di un’auto. Dopo il fermo è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Salvini: «Tutto inutile per l’albanese»

Il ministro Matteo Salvini ha commentato la vicenda: «Ha speronato i mezzi delle forze dell’ordine, forse pensando di essere una ong, ma è stato arrestato dopo un inseguimento. Grazie alla Polizia di Stato che in Campania ha ammanettato un latitante albanese di 25 anni, accusato di furto in abitazione continuato e aggravato. Le macchine della Squadra Mobile hanno avvicinato lo straniero mentre era alla guida di un’auto e lui le ha speronate cercando di scappare. Tutto inutile – conclude – La pacchia è finita».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza