Nigeriano manda all’ospedale tre agenti. Il tribunale di Bologna lo libera subito

sabato 8 giugno 18:32 - di Davide Ventola

Venerdì mattina un nigeriano, colpito da ordine di espulsione, ha aggredito gli agenti mandando tre di loro in ospedale. Hanno avuto prognosi rispettivamente di 15, 7 e 5 giorni. Il nigeriano è stato arrestato e processato per direttissima dove gli è stato convalidato l’arresto ma è stata altresì disposta l’immediata liberazione perché per i giudici non vi sono i presupposti di reiterazione del reato.

Il nigeriano scarcerato in poche ore

La denuncia arriva da Stefano Paoloni, segretario generale del sindacato autonomo di polizia (Sap).«Abbiamo iniziato a contare le aggressioni ai nostri colleghi, postando una cartolina sui nostri canali social. Abbiamo iniziato il 1° giugno e, ad oggi, le aggressioni sono già 10. L’ultima è avvenuta ieri mattina a Bologna».

La denuncia dei poliziotti: “Siamo lasciati soli”

«Siamo stati letteralmente lasciati soli. Siamo fin troppo rispettosi del lavoro della Magistratura, ma non è ammissibile rimettere in libertà chi ha usato violenza contro tre uomini in divisa che in quel momento rappresentano lo Stato. Queste decisioni li legittimano a continuare alimentando in loro il senso di impunità. Confidiamo – conclude la nota – in una celere approvazione del Decreto Sicurezza Bis, affinché chi si macchia di questi reati sia punito severamente e non lasciato libero di aggredire il prossimo collega».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 10 giugno 2019

    E ti pareva, questi vogliono la rivoluzione. Ricordate un certo re di Francia e la sua cara mogliettina? Al troppo tirare la corda si spezza! Occio signori, occio!

  • Silvia Toresi 9 giugno 2019

    La Magistratura a volte prende decisioni che lasciano allibiti.

  • Ilsentieroazzurro 8 giugno 2019

    Certo che i gay sono messi male se vengono rappresentati da Asia Argento.

  • In evidenza