Milano, Sala come CasaPound: i rom abusivi non li voglio. E pensa al daspo

domenica 9 giugno 19:16 - di Redazione

Incredibile ma vero: il sindaco di Milano Giuseppe Sala, alla guida di una città dove si sono svolti vari cortei in difesa dell’accoglienza indiscriminata, sta pensando a un daspo urbano contro i nomadi stagionali.

La fonte della notizia è il Corriere della sera. Il sindaco, in visita al quartiere periferico Baggio, dove i residenti protestano per le carovane di nomadi che occupano abusivamente gli spazi urbani, ha detto che la sua idea è quella del daspo urbano per allontanare queste presenze che sono un “peso” per i residenti. Un’ipotesi della quale sta discutendo con il prefetto.

La misura del daspo urbano, in base al decreto sicurezza del governo contro cui tutta la sinistra si è scagliata, prevede il divieto di accesso in alcune zone cittadine per vandali, spacciatori, prostitute e sospetti terroristi.

Sala vorrebbe estenderlo anche ai nomadi stagionali, che arrivano in primavera, e che i vigili non riescono ad allontanare: “Stanno via un giorno e poi ritornano – ammette il sindaco di Milano – diventerà una lotta a chi si stanza prima”.

L’assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia Riccardo de Corato di Fratelli d’Italia ha così commentato: “Come sempre, ma lo sappiamo, sulla sicurezza il sindaco Sala si accorge sempre troppo tardi degli strumenti e dei possibili rimedi per risolvere le situazioni più delicate che vengono segnalate dai cittadini e dai milanesi, che sui rom a Baggio lo hanno accolto con sonore proteste”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • dario 9 giugno 2019

    titolo inappropriato, non cominciate a scrivere articoli come una certa stampa di sinistra. Forse qualcuno comincia a capire che certe battaglie sono giuste?

  • In evidenza