La Gruber strapazza Salvini: e i fiori per le scuse? Lui rilancia: arrivano coi cioccolatini (Video)

venerdì 24 maggio 10:11 - di Redazione

Era cominciato tutto così: con Lilli Gruber che sottolineava con l’evidenziatore come Salvini non si fosse fatto scrupolo di sbandierare ai quattro venti di non aver nessuna voglia di andare ospite nel salotto di Otto e mezzo e, a stretto giro, con la promessa dell’invio da parte dell’invitato renitente di una piantagione di rose e margherite in segno di scuse e di pacificazione mediatica.

Botta e risposta: la Gruber strapazza Salvini, lui replica ironico

Solo che poi, alla prima occasione pubblica utile, ieri il titolare del Viminale si è riaffacciato – anche se in collegamento video – sprovvisto di omaggi floreali o, in subordine, dei classici cioccolatini di rito: e sì che, finita la diretta tv, per sua stessa ammissione il leader del Carroccio sarebbe andato in visita elettorale proprio a Novi Ligure, una delle patrie della cioccolata doc. E dunque, solerte a non lasciarsi sfuggire l’occasione di punzecchiare il suo interlocutore, Lilli Gruber conclude la diretta con una stoccata in punta di fioretto piazzata sotto la cintura: «A proposito di promesse… il famoso mazzo di fiori di scuse che lei mi aveva promesso l’ultima volta non è mai arrivato».

Il mazzo di fiori di scuse promesso? Arriverà coi cioccolatini…

La bacchettata è servita e Matteo Salvini non può far altro che replicare con lo stesso tono sardonica della conduttrice: «Ma io la voglio omaggiare di persona», replica con ironia il ministro dell’Interno in collegamento. Ma la Gruber, azzannata la preda al collo, non sembra voler mollare la presa: «Se tutte le sue promesse elettorali sono così farlocche come il mazzo di fiori per me, non sono messi tanto bene i suoi elettori», replica la conduttrice lasciando quasi senza parole Salvini a cui non resta altro che ri-promettere un fatidicio mazzo di fiori, stavolta rincarando pure la dose: da consegnare di persona…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza