Italiano assassinato in Messico. Era in un ristorante e stava pagando il conto

sabato 6 aprile 10:56 - di Redazione

Aveva 35 anni il cittadino italiano assassinato in Messico, in un ristorante, “La Bella Donna”, nel quartiere di Cuauhtemoc nel centro della capitale. Un omicidio su cui si sta indagando. Una trappola mortale. A renderlo noto sono stati i media locali, specificando che l’agguato è avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì. Secondo le cronache, un uomo armato ha sparato contro il nostro connazionale, che era insieme a due suoi amici italiani. La vittima stava tranquillamente pagando il conto.

Italiano assassinato in Messico, la fuga del killer

Subito dopo il killer è fuggito a bordo di una motocicletta guidata da un complice che lo aspettava. Colpito da diversi proiettili, l’uomo è deceduto dopo il ricovero in ospedale. Gli inquirenti, riporta il giornale El Universal, non escludono che l’attacco sia collegato all’attività svolta dall’italiano che, secondo le ricostruzioni della polizia, avrebbe venduto macchinari cinesi spacciandoli per tedeschi. Un altro quotidiano, La Silla Rota, pubblica la foto del killer, presa dalle telecamere di vigilanza, un uomo tra i 25 e i 30 anni con un giubbotto nero e un berretto.  Il settore dell’import ed export di macchinari è anche quello in cui erano impegnati Vincenzo Cimmino e Raffaele e Antonio Russo, i tre cittadini italiani scomparsi nel gennaio del 2018 in Messico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi