Elezioni in Spagna, affluenza alle stelle. Grande attesa per la destra di Vox

domenica 28 aprile 19:13 - di Giorgia Castelli
uruguay

Affluenza alle stelle in Spagna dove quasi 37 milioni di spagnoli sono chiamati a eleggere 350 deputati e 208 senatori. Alle 18 ha votato il 60,67% degli aventi diritto. L’incremento rispetto alle elezioni del 2016 è superiore al 9%. In Catalogna, in particolare, affluenza del 64,15, il 17% in più rispetto alle precedenti consultazioni generali.

Spagna, occhi puntati su Abascal

In corsa, oltre al partito socialista del premier Pedro Sanchez, anche il leader di Podemos Pablo Iglesias, la destra di Vox e i nazionalisti baschi e catalani. Il partito di Sanchez è largamente favorito nei sondaggi ma il futuro Parlamento si annuncia frammentato e diviso con il rischio che sia difficile formare il prossimo governo.

In un’intervista a El Pais, il primo ministro ha lanciato un appello al voto utile contro l’avanzata della destra, aprendo a una futura alleanza con la sinistra radicale di Podemos. Sull’esito del voto pendono l’incognita di un 26% di indecisi e il partito di destra Vox, che entrerà per la prima volta in Parlamento. Il suo leader è il 43enne Santiago Abascal: il previsto buon risultato del suo partito populista di estrema destra, forte del recente successo alle elezioni regionali ad Andalusia, potrebbe frammentare ulteriormente il parlamento, complicando la formazione del futuro governo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza