Lo speculatore Soros che affossò la lira e finanzia le Ong ora dà soldi a +Europa

domenica 24 marzo 14:07 - di Paolo Lami

Sferrò un attacco finanziario contro l’Italia, speculò sulla lira italiana affossandola, ha finanziato e finanzia le Organizzazioni non governative che vomitavano quotidianamente sulle nostre coste migliaia di clandestini e ora lo speculatore ebreo mondialista George Soros dà soldi anche a +Europa,

“Ringraziamo di cuore George Soros e sua moglie Tamiko Bolton per aver avviato la campagna di autofinanziamento di +Europa in vista delle elezioni europee con un contributo di 100.000 euro ciascuno”, scrivono su Facebook con il ciglio bagnato il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova e la segretaria amministrativa del partito, Silvia Manzi, al quale non basta quello che hanno già combinato i burocrati europei contro gli italiani.

“Ci auguriamo che molti cittadini, e fra loro, in particolare imprenditori e manager (il caro, vecchio proletariato che ha scaricato da anni la sinistra non è, evidententemente gradito, ndr) seguano il loro esempio – aggiungono Della Vedova e Manzi, affrettandosi a specificare, a scanso di equivoci, i soldi del finanziamento di Soros, sono pubblicati “sul nostro sito e notificati a norma di legge”.

”Sarà una campagna elettorale durissima e decisiva. – ammettono con fanciullesca franchezza Della Vedova e Manzi evidentemente consapevoli che la maggioranza degli italiani non nè può proprio più nè dell’Europa nè degli euroburocrati né tantomeno, dello speculatore ebreo George Soros che +Europa si è scelta come imbarazzante compagno di viaggio – In Italia più che in altri paesi dell’Unione Europea è messa in discussione la democrazia liberale e con essa la società aperta”.

Insomma il peggiore concetto delle peggiori élite di sinistra secondo le quali se i cittadini votano democraticamente è liberamente, la democrazia è in pericolo è solo uno speculatore ebreo come George Soros.

“Solo in Italia – si spingono a dire i due di +Europa con scarso senso del ridicolo –  governa un’alleanza fra partiti di ispirazione autoritaria e totalitaria che ha come obiettivo comune la distruzione del sistema economico di libero mercato, dello stato di diritto, della democrazia rappresentativa e dell’integrazione europea”.

”Solo in Italia – balbettano da +Europa – la maggioranza di governo offre una sponda alle ambizioni di espansione geopolitica della Russia di Putin“.

“Solo in Italia – insistono – un governo europeo è sponsor del progetto di una Europa sovranista, populista e giustizialista. Ringraziando nuovamente George Soros – si genuflettono Della Vedova e Manzi – anche e soprattutto per il suo incessante e decennale lavoro di difesa e promozione dei valori liberaldemocratici, dunque, ci appelliamo a tutti coloro che ne hanno la possibilità perché diano forza politica e consistenza economica alla mobilitazione civile necessaria per difendere e rinnovare il disegno di un’Europa di pace, benessere e di amicizia fra i popoli”. Gli antichi romani dicevano, molto meno prosaicamente, “pecunia non olet”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi