Ed ecco la tessera missina del candidato della sinistra in Basilicata, Trerotola

giovedì 21 marzo 14:00 - di Il Cavaliere Nero 😎

Quando a Carlo Trerotola, candidato governatore della sinistra per la Basilicata, chiedono i documenti, deve stare attento. Perché magari può cadergli dal portafoglio qualcosa di veramente prezioso, che va custodito con cura. Per non fargliela dimenticare, pubblichiamo – con un pizzico di emozione – la fotografia della sua tessera di iscrizione al Msi. Per la precisione il Msi-Destra nazionale, anno di grazia 1978. Firmata da Giorgio Almirante.

Ha mentito agli elettori

Quindi, Trerotola ha mentito e tanto. Perché quando ha ammesso di andare ai comizi del leader missino, diceva che per volontà del padre. Ma l’iscrizione a un partito è un atto di volontà personale. Soprattutto in quei tempi in cui era davvero difficile dichiararsi di destra.
Domenica prossima si vota e gli elettori di sinistra dovranno votare non solo per un fan almirantiano, ma soprattutto per un mentitore. Perché quella tessera mostra chiaramente la sua militanza nel Movimento Sociale Italiano.
Chissà se quell’Associazione partigiani che ulula ogni volta che si pronuncia il nome di Almirante per una strada da intitolargli, farà sentire ora la sua protesta. E se qualcuno dalla Basilicata dirà a Nicola Zingaretti che non valeva proprio la pena di scendere a Potenza per un triste comizio a sostegno del camerata Trerotola.

Pittella colpisce ancora. I suoi

Certo è che si tratta dell’ennesima bufala dispensata ai suoi dall’ex governatore Marcello Pittella. Costui non solo umilia il suo partito, il Pd, con la propria candidatura nel bel mezzo della tempesta giudiziaria che lo riguarda, ma ha anche preteso la scelta dell’aspirante governatore. E ha rifilato un trasformista alla compagnia che domenica prossima dovrà finalmente traslocare dagli uffici della regione Basilicata.
Mille volte meglio un governatore vero come il generale Vito Bardi, destinato a portare il centrodestra alla vittoria. Almeno lui non ha nulla da farsi rimproverare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe 22 marzo 2019

    Per correttezza di cronaca: manipolare la realtà è un grave crimine, a prescindere dagli schieramenti, dalla provenienza, dalla religione. Poi ci si meraviglia del clima di violenza… chi fa cronaca dovrebbe pensare a chiarire, a indicare per migliorare la vivibilità di un consorzio civile. Ma questo non è e meritereste la fine de “Il diretto Whedon” di Edgar Lee Masters. E che a nessuno venga in mente di pensare che sia sostenitore di quel candidato…

    https://www.fanpage.it/elezioni-basilicata-carlo-trerotola-smentisce-la-bufala-tessera-msi-non-e-mia/

    • Francesco Storace 22 marzo 2019

      Può dire quel che vuole …

  • Maria Imperia Angerame 22 marzo 2019

    )non penso comunque che nel 1978 esistessero già tessere plastificato. Punto.

    • Francesco Storace 22 marzo 2019

      La tessera del Msi era proprio così invece. Plastificata. Io l’ho avuta

    In evidenza